Salute. L’anziano nella postmodernità e le prospettive dell’assistenza. Incontro all’Ordine dei medici di Caltanissetta – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Salute. L’anziano nella postmodernità e le prospettive dell’assistenza. Incontro all’Ordine dei medici di Caltanissetta

Se ti è piaciuto questo articolo, valutalo.

Condividi questo articolo.

Da sx Antonino Arcoraci Serafina Surrenti Giovanni D’Ippolito.

«Gli anziani, nella professione medica e nella società, non sono un peso ma costituiscono un valore assoluto. L’esperienza che possono offrire ai nostri giovani medici rappresenta un patrimonio di conoscenze impareggiabile». Lo ha detto il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della provincia di Caltanissetta, Giovanni D’Ippolito, aprendo i lavori dell’incontro sul tema “L’anziano nella modernità” svoltosi nella sede conferenze dell’OMCeO al quale hanno partecipato il professore Antonino Arcoraci, consigliere nazionale Federspev (Federazione Sanitari Pensionati e Vedove) e Serafina Surrenti Milisenna (presidente della sezione nissena Federspev).

Durante l’incontro, i relatori si sono soffermati sui dati che dimostrano come l’aspettativa di vita in Italia è elevata ed è destinata a salire ulteriormente. Aumentando l’età della popolazione anziana e la presenza di eventuali patologie o polipatologie, si pone il problema di fornire un’adeguata assistenza geriatrica dei soggetti fragili sia in ambito domiciliare sia nelle strutture di cura.

«La medicina deve riorganizzarsi per realizzare un supporto personale specializzato per i soggetti della terza età, grazie alla combinazione tra la figura professionale infermieristica che segue l’indirizzo clinico fornito dal medico – ha detto Arcoraci, già primario di Endocrinologia all’ospedale “Piemonte” di Messina -. Occorre una figura medica che non sia solo un gerontologo, ma che possa gestire la persona sotto il profilo clinico e fornire un aiuto anche umano, psicologico. Il sistema sanitario locale, di contro, non deve considerare come numeri gli anziani ricoverati delle strutture ma persone alle quali offrire assiduamente cure e compagnia».

(Foto Giornale di Puglia)

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy