Niscemi, 28enne aggredisce i genitori, poi si scaglia contro i poliziotti intervenuti per sedare la lite. L'arrestato è un sorvegliato speciale - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Niscemi, 28enne aggredisce i genitori, poi si scaglia contro i poliziotti intervenuti per sedare la lite. L’arrestato è un sorvegliato speciale

Condividi questo articolo.

Nella serata di mercoledì i poliziotti del Commissariato di Niscemi hanno arrestato R.L. ventottenne niscemese, sottoposto alla sorveglianza speciale della pubblica sicurezza, poiché colto nella flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, danneggiamento, violenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale. Una pattuglia della Polizia di Stato intorno alle ore 21.00, su disposizione della sala operativa, è intervenuta per sedare una lite in famiglia. Sul posto gli operatori hanno trovato l’uomo fuori dalla propria abitazione, scalzo, intento a insultare i propri genitori che si trovavano affacciati sul balcone di casa. Lo stesso, appena notato l’arrivo della Polizia, si è scagliato contro l’auto di servizio sferrando calci e pugni, minacciando e insultando i poliziotti. Gli agenti per bloccare l’uomo sono stati costretti a fare uso del dispositivo di autodifesa e dissuasione in dotazione, oleoresin capsicum (c.d. spray al peperoncino) che gli ha consentito di immobilizzarlo, ammanettarlo e condurlo in Commissariato. L’arrestato ha però continuato il suo comportamento aggressivo e violento sia durante il tragitto, sia una volta giunto in Commissariato, danneggiando il mezzo della polizia e colpendo un agente. Il sorvegliato speciale non è nuovo a questo tipo di comportamenti e in diverse occasioni i familiari sono stati costretti a richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. Ultimati gli atti di rito, su disposizione del Pm di turno presso la Procura della Repubblica, l’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Gela a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy