Tavolo tecnico su Xirbi, piùCittà: "Il trasporto su ferro, più sostenibile in termini ambientali, è la soluzione più efficace per il trasporto merci" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Tavolo tecnico su Xirbi, piùCittà: “Il trasporto su ferro, più sostenibile in termini ambientali, è la soluzione più efficace per il trasporto merci”

Condividi questo articolo.

Accogliamo con soddisfazione e interesse l’effettuazione del tavolo tecnico comunale con i responsabili di Rfi e Italferr.

PiùCittà, sin dal tempo della costituzione dei tavoli di lavoro e della realizzazione del CLuster ebbe a cuore il trasporto pubblico urbano/locale al punto da inserirne alcuni obiettivi all’interno della propria programmazione politica. Il trasporto su ferro, oltre che più sostenibile in termini ambientali è – a nostro avviso – la soluzione efficace per lo sviluppo del trasporto intermodale delle merci. Gli obiettivi specifici ed irrinunciabili sono: un servizio cadenzato ad alta frequenza; un servizio puntuale; una rete facilmente accessibile e integrata con le altre modalità di trasporto; una rete efficiente ed affidabile; stazioni fruibili, confortevoli e sicure; un’informazione efficace e tempestiva sullo stato della circolazione dei treni.

Sappiamo che l’obiettivo strategico di Rfi è, dal 2018, quello di alzare la velocità di percorrenza delle nuove tratte ferroviarie sino ad un massimo di 200 km/h con sostanziali riduzioni dei tempi di viaggio, tanto da potere pensare realisticamente a tempi di percorrenza tra Palermo e Catania di un ora e 55 minuti, con un risparmio di circa 50 minuti rispetto alle percorrenze degli attuali Regionali Veloci.

La realizzazione dell’itinerario Palermo – Catania – Messina, che fa parte del Corridoio n. 5 “Helsinki – La Valletta” della Rete Trans-Europea di Trasporto (TEN-T), consentirebbe ciò che da anni si auspica, ossia la creazione di un “Hub di interscambio” presso la stazione di Xirbi. Perché nel giro di un decennio questo progetto stimoli all’uso del treno, occorre però che l’amministrazione impegni Rfi e Italferr a ridurre i tempi tecnici di raggiungimento della stazione Caltanissetta Xirbi dalla Stazione Caltanissetta centrale e di trasbordo tra i treni navetta e i Regionali veloci Palermo-Catania, chieda l’istituzione di almeno due Regionali veloci tra la stazione di Caltanissetta Centrale e Catania e Palermo senza necessità di trasbordo e l’istituzione della fermata per l’aeroporto “Vincenzo Bellini” di Catania Fontanarossa. Occorre, inoltre, comprendere se l’intendimento sia quello di prevedere il raddoppio della linea o si pensi alla costruzione di un unico binario veloce tra Palermo e Catania (in parte in affiancamento alla linea storica) in modo tale da ridurre i tempi della fruizione dell’intera opera e garantendo il collegamento ipotizzato tra le due città in meno di due ore, mentre l’altro binario continuerebbe a servire gli altri paesi attualmente attraversati.

Per quanto riguarda gli atti propri dell’ente locale, andrà pensata una modifica del nostro Prg a supporto della costituzione dell’Hub della Stazione Xirbi, promuovendone il ruolo a vero e proprio retro-porto dell’entroterra siciliano, con tutte le conseguenze che si potrebbero trarre nella promozione di un turismo maggiormente specializzato e nella captazione sull’enorme bacino d’utenza delle prossime Valle dei Templi e Villa del Casale. In particolare, va sin d’ora attenzionato nelle infrastrutture e nella vivibilità, il Borgo Petilia, adiacente alla stazione, e ad oggi privo di una prospettiva di sviluppo futura.

piùCittà

(Foto Wikipedia)

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy