Patrimonio minerario. Una mostra a novembre con le attrezzature di soccorso in miniera - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Patrimonio minerario. Una mostra a novembre con le attrezzature di soccorso in miniera

Condividi questo articolo.

Saranno catalogati in vista di una prima esposizione, i reperti costituiti dalle attrezzature di soccorso delle miniere, donati dall’Inail al Comune di Caltanissetta e custoditi nell’ex scuola Luigi Monaco di via Berengario Gaetani.

Il sindaco, Giovanni Ruvolo, e l’assessore alla Creatività e partecipazione, Pasquale Tornatore, hanno incontrato nei giorni scorsi i rappresentanti delle associazioni “Amici della miniera” e dei periti minerari, concordando la stipula di un protocollo d’intesa che sarà definito nei prossimi giorni, che prevede oltre alla realizzazione della prima mostra di tali reperti, una più ampia attività di valorizzazione del patrimonio minerario nisseno.

“La prima mostra di questi reperti suggestivi e carichi di storia sarà realizzata a novembre, in occasione dell’anniversario della strage della miniera di Gessolungo, in cui morirono 65 operai tra cui 19 carusi, nove dei quali rimasti senza nome – spiega il sindaco, Giovanni Ruvolo -. Ci impegniamo, insieme alle associazioni, a valorizzare questi oggetti in una mostra permanente”.

In tema di valorizzazione del patrimonio minerario, l’Amministrazione comunale sostiene il progetto di un disegno di legge per l’istituzione dei parchi minerari comunali. Il sindaco e l’assessore hanno partecipato a due incontri organizzati a Caltanissetta. Il primo a febbraio con l’associazione regionale “Amici delle miniere e dei minatori della Sicilia” tenutosi a Palazzo Moncada per la “Giornata di idee e proposte per i parchi minerari comunali in Sicilia”. A marzo, presso il Comune di Caltanissetta il deputato nisseno Giancarlo Cancelleri ha illustrato la bozza del disegno di legge per l’istituzione dei parchi minerari comunali, con la possibilità di bonificare e ristrutturare i siti minerari dismessi per finalità culturali e turistiche, attraverso progetti economicamente sostenibili.

Con l’avvio dei progetti di riqualificazione urbana nel villaggio Santa Barbara, inoltre, saranno restaurate le edicole votive del “Cammino dei carusi”, disseminate lungo il percorso che i minatori compivano a piedi dal villaggio fino ad arrivare in miniera.

 

(Foto Distretto Turistico delle Miniere Gessolungo-Ivano Mistretta)

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.



Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it
Ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy