Mussomeli. La Finanza scopre lavoratori in nero in due supermercati e smaschera attività senza autorizzazioni – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Mussomeli. La Finanza scopre lavoratori in nero in due supermercati e smaschera attività senza autorizzazioni

Condividi questo articolo.

A Mussomeli, all’interno di due punti vendita di un supermercato, è stata accertata la presenza di tre lavoratori “in nero”. L’utilizzo di mano d’opera non in regola comporterà la chiusura temporanea dell’attività commerciale, visto che il numero dei lavoratori impiegati in nero è superiore al limite del 20% rispetto ai dipendenti effettivamente in organico.

In un odei due supermercati, inoltre i finanzieri della Tenenza di Mussomeli hanno rilevato le pessime condizioni igenico-sanitarie del punto vendita, tanto da richiedere l’intervento di un ispettore sanitario che ha fotografato una situazione carente e pericolosa per la salute pubblica.

Ma non è finita qui, visto che le fiamme gialle hanno scoperto anche due attività commerciali svolte nell’ombra e, pertanto, sconosciute al Fisco. Nel primo caso, uno studio fotografico ad Acquaviva Platani, nel secondo caso è stato riscontrato che, all’interno di un locale ancora grezzo, utilizzato come ricovero di autovetture ed ubicato nel quartiere di Santa Maria a Mussomeli, un giovane “coiffeur”, esercitava l’attività anch’esso, completamente in nero e senza alcuna autorizzazione sanitaria.

 “L’azione dei finanzieri in questo settore viene svolta nella consapevolezza che tale fenomeno crea gravi forme di prevaricazione in danno dei diritti del lavoratore e al tempo stesso, sottrae alle casse dello Stato milioni di euro di tasse e contributi”, hanno spiegato i vertici del Comando provinciale nisseno.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy