Ennesima sospensione dei servizi scolastici per disabili – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Ennesima sospensione dei servizi scolastici per disabili

Se ti è piaciuto questo articolo, valutalo.

Condividi questo articolo.

Stamane al suono della campanella gli studenti e le studentesse delle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Caltanissetta si vedranno privati ancora una volta dei servizi di assistenza (trasporto, igienico-personale, all’autonomia e comunicazione e domiciliare didattica per gli audiolesi e videolesi), fondamentali per consentire loro un corretto inserimento nel contesto scolastico.

Ieri pomeriggio, infatti, alle famiglie è giunta la notizia che il Libero consorzio comunale di Caltanissetta aveva provveduto con apposita nota protocollare a comunicare alle cooperative accreditate l’interruzione dei servizi di assistenza agli alunni e alunne disabili per il mancato stanziamento delle risorse finanziarie necessarie per il proseguo dei servizi da parte della Regione siciliana.

“La sospensione dei servizi scolastici di base per gli studenti/esse disabili – dice indignata Maria Grazia Pignataro,  presidente dell’associazione Ispedd ( Istituto per i disturbi pervasivi dello sviluppo e autismo) – costituisce interruzione di pubblico servizio e quindi si configura come un atto perseguibile penalmente, meritevole di immediate denunce alle autorità competenti. Gli studenti e le studentesse disabili hanno diritto a frequentare le lezioni fino all’ultimo giorno utile e a sostenere gli eventuali esami alla stessa stregua dei loro coetanei normodotati senza alcuna forma di discriminazione, in base a quanto prescritto dagli articoli 3,33 e 34 della nostra Costituzione”.

“Le famiglie sono stanche di essere strumentalizzate – continua la Pignataro – per raggiungere obiettivi a noi ignoti, che calpestano, nella generale indifferenza, i più elementari diritti dei nostri figli e figlie. Pertanto è giunto il momento, a mio parere, di compattare il mondo della disabilità e coinvolgere ancora una volta, in quella che è una battaglia di civiltà, la Prefetta e i sindaci della provincia nissena perché intervengano in modo repentino e determinato nella delicata questione, fornendo un contributo decisivo per una sua rapida risoluzione”.

Seguirà l’intervista video alla presidente dell’associazione Ispedd Maria Grazia Pignataro.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy