VIDEO. “La frattura: prima e dopo il delitto di Aldo Moro”, Stefania Limiti: “Il caso Moro non appartiene alla storia criminale di questo paese, è molto di più” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

VIDEO. “La frattura: prima e dopo il delitto di Aldo Moro”, Stefania Limiti: “Il caso Moro non appartiene alla storia criminale di questo paese, è molto di più”

Se ti è piaciuto questo articolo, valutalo.

Condividi questo articolo.

Il 18 marzo, a Caltanissetta, una manifestazione dal titolo “La frattura: prima e dopo il delitto di Aldo Moro” nella sala conferenze della Banca Sicana, evento organizzato insieme all’associazione “Memoria e Futuro”.
In sala Marina Castiglione (Più Città), Adriana Laudani (presidente Memoria e Futuro), Sandro Immordino (Memoria e Futuro) e Giuseppe Di Forti (presidente Banca Sicana), l’on. Gero Grassi, proponente istituzione Commissione d’inchiesta Moro 2, Stefania Limiti giornalista e autrice di molti saggi sul caso Moro e Armando Sorrentino, avvocato e vicepresidente di Memoria e Futuro
Ha moderato Giuseppe Lo Bianco, giornalista de “Il Fatto quotidiano”.
Afferma la giornalista Stefania Limiti: “Il caso Moro non appartiene alla storia criminale di questo paese, è molto di più. Rappresenta uno snodo che fatto deragliare il corso degli eventi. L’uccisione del Presidente della Dc, infatti, ha interrotto il progetto politico nel quale credevamo Moro e Berlinguer di modernizzare il paese e farlo uscire da uno stallo. L’esito drammatico dei 55 giorni ha impedito che un percorso democratico potesse compiersi: capire quali altre intelligenze, oltre alla manodopera delle Br, hanno contribuito a portare a termine quella operazione è molto importante ancora oggi se vogliamo capire chi ha tramato contro di noi”.

Il servizio video:

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy