I cinque uomini coinvolti nell'omicidio del 32enne Adnan Saddique domani davanti al gip - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

I cinque uomini coinvolti nell’omicidio del 32enne Adnan Saddique domani davanti al gip

Condividi questo articolo.

Nella notte a cavallo tra il 3 e il 4 giugno, i carabinieri della Compagnia di Caltanissetta sono stati chiamati ad intervenire per un omicidio consumatosi in via San Cataldo, nel centro storico del capoluogo nisseno, ai danni di un giovane pakistano, Adnan Saddique. Le indagini condotte dai militari della Sezione Operativa del Norm di Caltanissetta, coadiuvati da personale della Stazione di Caltanissetta e della Sezione Radiomobile del Norm, hanno permesso di ricostruire l’intera vicenda di sangue, identificando quattro connazionali della vittima resisi responsabili dell’efferato delitto.
Già dopo poco tempo dalla realizzazione dell’omicidio, i carabinieri erano riusciti a fermare due componenti della banda che, per sottrarsi alla cattura, avevano provato a trovare rifugio da un loro connazionale, residente in via Fornaia. I militari, dopo aver sentito alcuni testimoni oculari, avevano individuato il palazzo ed avevano fatto immediatamente irruzione: vani sono stati i tentativi del fiancheggiatore, arrestato per favoreggiamento personale, di ritardare l’ingresso dei militari e di facilitare la fuga dei due assassini.
Da quel momento in poi i carabinieri del Norm, anche grazie alla collaborazione di personale specializzato nei rilievi tecnici del Nucleo Investigativo di Caltanissetta, hanno eseguito una serie di sopraluoghi sia nelle abitazioni dei fermati sia in quella in cui si era consumato l’omicidio, rinvenendo, occultato alla vista, l’arma del delitto, ovvero un coltello di circa 30 cm.
Le indagini si sono quindi concentrate sulla ricerca di ulteriori della banda e in questo contesto preziosa è stata la collaborazione di testimoni e delle immagini di video sorveglianza presenti in zona, dalle quali è stato possibile risalire alle generalità di altri due pakistani. L’attività d’indagine ha permesso, quindi, di rintracciare un’abitazione di Canicattì in cui gli ultimi componenti della banda avevano verosimilmente trovato rifugio. Nel tardo pomeriggio di ieri, 4 giugno, quindi, anche con l’appoggio di militari dell’Arma della provincia di Agrigento, è scattato un ulteriore blitz. I due rei hanno provato una fuga, immediatamente interrotta dai Carabinieri.
Le cinque persone coinvolte, attualmente in custodia cautelare in carcere a Caltanissetta ed Agrigento, compariranno domani davanti al gip per l’udienza di convalida dei fermi.

80
Ti possono interessare anche:

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.



Diritto di replica e rettifica: ai sensi dell'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948, chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it
Ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Non saranno ammessi turpiloqui, flames, comportamenti non decorosi, commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy