Caltanissetta. La Uil Pa nissena: "Agenzia entrate a rischio estinzione, poco personale e carichi enormi" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Caltanissetta. La Uil Pa nissena: “Agenzia entrate a rischio estinzione, poco personale e carichi enormi”

Condividi questo articolo.
Rate this post

“L’Agenzia delle entrate di Caltanissetta è a rischio estinzione”. La categorica e allarmante affermazione arriva da Mimmo Saporito, segretario provinciale della Uil Pa nissena che poi aggiunge: “ Il personale dell’ufficio fiscale è sempre di meno, quelli che sono in servizio per la maggior parte sono anziani e alla vigilia del pensionamento, oppressi da carichi di lavoro enormi”.

“La situazione – continua l’esponente sindacale – continua ad essere sottovalutata, non riuscendo a comprendere che questo atteggiamento rischia di compromettere seriamente la stessa sopravvivenza dell’ufficio. Sembra che le politiche attuate negli ultimi anni hanno scientemente ignorato il problema del ricambio generazionale, determinando così carenze di organico che danneggiano sia i dipendenti (i fardelli di carichi di lavoro sono cresciuti in maniera esponenziale) sia i contribuenti, con questi ultimi costretti a lunghi tempi di attesa per accedere agli sportelli o ricevere risposte in merito alle richieste di sgravi, copie d’atti o altro ancora”.

Nei giorni scorsi il Governo ha fatto trapelare che entro la fine del 2019 la Pubblica amministrazione sarà rafforzata da una massa di nuovi dipendenti, ma questa notizia non soddisfa completamento il segretario della Uil Pa di Caltanissetta che conclude: “E’ necessario agire in modo tempestivo, per limitare i danni prodotti adottando una politica di rilancio della macchina pubblica, attraverso una seria politica di investimenti per la valorizzazione delle risorse umane a disposizione, ma anche favorendo un piano di assunzioni che consenta l’ingresso nella pubblica amministrazione di tanti giovani che rende possibile la trasmissione delle competenze, un patrimonio che rischia di essere perduto”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy