Pro loco di Caltanissetta, eletti i nuovi vertici: Luca Micciché presidente - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Pro loco di Caltanissetta, eletti i nuovi vertici: Luca Micciché presidente

Condividi questo articolo.

Cambio ai vertici della Pro loco di Caltanissetta. Il 28 maggio i soci dell’associazione hanno votato per il nuovo consiglio direttivo che, dopo essersi riunito per la nomina delle cariche il 29 maggio, risulta così composto: presidente Luca Miccichè (nella foto in copertina), vice presidente anziano e tesoriere Antonio Locelso, vice presidente Andrea Salvatore Alcamisi, consiglieri Deborah Gervasi, Calogero Barba, Antonio Alberto Stella e Alessio Amico, segretaria Valentina Curione. Rinnovato anche il consiglio dei revisori dei conti: presidente Luigi Gagliano, revisori Giuseppe Scontrino e Cristofaro Boscaglia. Il presidente uscente, Giuseppe D’Antona, viene nominato presidente onorario per i meriti del lavoro svolto in questi anni.

“La nuova squadra si muoverà per portare avanti diversi progetti avviati, impegnandosi a proporre al contempo iniziative dedicate alla promozione del territorio nisseno. Il presidente Miccichè fa parte della comunità Pro loco da diversi anni e ha fin da subito lavorato per la promozione culturale e turistica di Caltanissetta. Già vice presidente uscente e consigliere provinciale Unpli, ha seguito per anni i giovani volontari del servizio civile universale all’interno dell’InfoPoint, centro di riferimento per tutti i turisti che visitano la città”, si legge in una nota.

“La Pro loco proseguirà la sua attività, collaborando con le altre realtà associative presenti sul territorio, a beneficio della promozione turistica della città di Caltanissetta. Il nuovo direttivo crede fortemente nel coinvolgimento delle nuove generazioni, che sapranno valorizzare al meglio il patrimonio artistico, culturale, archeologico e antropologico, sfruttando le potenzialità offerte dalle nuove frontiere digitali”, conclude la nota dell’ente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy