Non regge l’accusa di maltrattamenti alla ex moglie, assolto nisseno – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Non regge l’accusa di maltrattamenti alla ex moglie, assolto nisseno

Condividi questo articolo.

Era finito nei guai con l’accusa di avere maltrattato la ex moglie, ma la tesi accusatoria non ha retto al vaglio del giudice monocratico Santi Bologna, che ha assolto il nisseno Stefano Nicosia, 56 anni. “Il fatto non sussiste” ha decretato il Tribunale monocratico al termine del processo, respingendo la richiesta di condanna a 1 anno e 4 mesi avanzata dalla Procura nissena e accogliendo invece quella assolutoria sollecitata dall’avvocato difensore Angela Bertolino.

Nicosia era finito ai domiciliari il 31 ottobre di un anno fa e inizialmente l’accusa era di stalking, unita a quella di porto di oggetti atti ad offendere – visto che, la sera di quel giorno del 2017, si era presentato sotto casa della ex insieme a un amico dopo averla minacciata al telefono, dicendole che gliel’avrebbe fatta pagare. E sotto il sedile lato guida della sua auto Nicosia aveva anche nascosto un bastone. Per gli investigatori della Polizia, arrivati sul posto rapidamente, voleva probabilmente utilizzarlo contro la ex.

L’accusa venne poi riconvertita in quella di maltrattamenti visto che la donna aveva raccontato di avere subito maltrattamenti nel corso di alcune liti che sarebbero avvenute anche davanti ai figli, ma nel corso del processo non erano emersi riscontri di questi fatti visto che gli stessi figli non avevano confermato tale circostanza al momento di deporre in aula. Almeno questa la tesi che l’avvocato Bertolino ha sostenuto durante la propria arringa difensiva conclusa con la richiesta di assoluzione. Sarà la motivazione della sentenza a chiarire il percorso logico del giudice Bologna.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy