Servizi scolastici ai disabili, ore d'attesa: si attende una risposta dall'Assessorato alla Famiglia - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Servizi scolastici ai disabili, ore d’attesa: si attende una risposta dall’Assessorato alla Famiglia

Condividi questo articolo.

Si  attende con ansia in queste ore la risposta alla nota protocollare 6867 inviata ieri mattina (22 maggio) dal Libero Consorzio comunale di Caltanissetta all’Assessorato alle politiche sociali, famiglia e lavoro, il cui neo dirigente è Guglielmo Reale, e al Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali, la cui nuova dirigente è Maria Letizia Diliberti, con la quale si chiede di erogare la somma di 230 mila, anche mediante l’anticipazione relativa al periodo settembre/dicembre, onde consentire agli alunni/e interessati/e di concludere regolarmente l’anno scolastico.

“Al momento appare l’unico modo possibile – spiega Renato Mancuso responsabile del VI settore  ( sviluppo economico, attività produttive, servizi sociali e culturali) al Libero Consorzio comunale – per risolvere in tempi brevissimi la drammatica situazione venutasi a creare nelle scuole secondarie di secondo grado della provincia di Caltanissetta con la sospensione di tutti i servizi scolastici per gli studenti e le studentesse disabili”.

“Dal competente Assessorato regionale – aggiunge Maria Grazia Consiglio, responsabile dell’ufficio che si occupa dei servizi scolastici ai disabili al Libero Consorzio comunale – ci hanno chiesto per l’ennesima volta i dati relativi al numero degli studenti/esse disabili iscritti in ciascun Istituto di istruzione secondaria di secondo grado della provincia nissena e dell’ammontare del fabbisogno finanziario per l’erogazione dei servizi di trasporto, igienico-personale e asacom. Dati che noi abbiamo inviato la prima volta già lo scorso 4 aprile  e abbiamo continuato a farlo fino a stamane”.

“Non si sarebbe mai dovuti arrivare a questo punto – afferma indignata Maria Grazia Pignataro, presidente dell’Ispedd (Istituto per i disturbi pervasivi dello sviluppo e autismo) – a dimostrazione del fatto che la macchina politico-amministrativa, in particolare a livello regionale, si è inceppata di continuo senza che nessuno tra i dirigenti, vecchi e nuovi, se ne sia assunto la responsabilità o sia stato costretto a farlo per volontà di chi detiene il potere politico”.

“Il mondo della disabilità – prosegue la Pignataro – si sta compattando di fronte ad un problema che chiaramente riguarda tutte e tutti gli studenti con disabilità, mostrando una rabbia e un’ indignazione senza precedenti. Nel contempo il sindaco di Caltanissetta, Roberto Gambino, ha mandato una nota alla prefetta, Cosima Di Stani, in cui nel denunciare quello sta succedendo chiede il suo autorevole intervento perché la questione possa risolversi nel giro di pochissimi giorni. Infine abbiamo chiesto l’appoggio anche da parte delle organizzazioni studentesche locali, istituzionali e non, come la Consulta studentesca provinciale e la rete degli studenti medi, in quanto riteniamo che non si possa rimanere estranei e indifferenti al disagio e al malessere dei propri coetanei in difficoltà”.

“Mio figlio – racconta con angoscia Rosalinda Di Marco, mamma di Davide, giovane studente autistico – non va a scuola da lunedì perché in coincidenza con la sospensione dei servizi scolastici la sua docente di sostegno è stata contagiata dal virus influenzale ed è dovuta rimanere a casa per malattia. E’ chiaro che in questo modo la giornata di Davide è stata destrutturata con conseguenze  immaginabili per lui e per l’intera famiglia”.

 

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy