Rissa e coltellate a Santa Barbara, quattro scelgono il processo in abbreviato e tre l'ordinario - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Rissa e coltellate a Santa Barbara, quattro scelgono il processo in abbreviato e tre l’ordinario

Condividi questo articolo.
Rate this post

Quattro scelgono il giudizio abbreviato e tre l’ordinario, scegliendo così percorsi diversi per farsi processare per la presunta “spedizione punitiva” sfociata in una maxi rissa per le strade del villaggio Santa Barbara nel marzo 2016. A scegliere l’abbreviato Luca Valentino Alletto, 30 anni, il padre Francesco Alletto, 54 anni e il fratello Raimondo Alletto, 32 anni, così come Massimiliano Salvatore Lombardo, 43 anni. Per loro il processo riprenderà a maggio.

I tre che hanno invece scelto l’ordinario e che saranno processati a partire dall’inizio di giugno da un altro giudice visto che Valentina Amenta non potrà giudicarli – in quanto si esprimerà sulle posizioni degli altri quattro – sono Riccardo Alfieri, 32 anni, Alex Vitale, 21 anni e Antonino Cucuzza, 21 anni. Difensori gli avvocati Maria Francesca Assennato, Salvatore Falzone e Antonino Falzone.

La vicenda riguarda l’aggressione a un nisseno, Michele Cucuzza (parte civile con l’avvocato Antonino Falzone), a seguito di una lite tra il figlio di quest’ultimo e Luca Alletto. Una ritorsione, per gli inquirenti, quella che gli Alletto misero in atto insieme a Lombardo e alla fine Cucuzza venne ferito alla schiena da una coltellata; in quel momento Francesco Alletto avrebbe cercato di estrarre una pistola dicendo a Cucuzza “ora ti sparo”, ma su questa circostanza Alletto – durante l’interrogatorio – aveva negato tutto, dicendo di non avere con sé alcuna arma da fuoco.

Solo che dalle indagini non sono poi emersi altri dettagli sulla pistola, tanto che la detenzione di arma da fuoco non è stata più contestata. Così come non è stata contestata l’accusa di tentato omicidio, inizialmente finita tra quelle che gli inquirenti e i poliziotti intervenuti sul posto avevano ipotizzato. Al parapiglia scatenatosi a Santa Barbara avevano poi preso parte altre persone intervenute in difesa di Cucuzza; i poliziotti le identificarono e per tutti e scattò l’accusa di rissa, mentre del porto di coltello rispondono solo Lombardo con Francesco e Raimondo Alletto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy