Meteo. Maltempo, oggi allerta arancione in Sicilia, Calabria e Basilicata. Attesi nubifragi e rischio alluvioni - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Meteo. Maltempo, oggi allerta arancione in Sicilia, Calabria e Basilicata. Attesi nubifragi e rischio alluvioni

Condividi questo articolo.

Una perturbazione proveniente dall’Africa colpisce il Sud con temporali, raffiche di vento e mareggiate. Scuole chiuse ad Agrigento, Crotone e Catanzaro, prima neve sulla Sila

 

ROMA – Una nuova perturbazione proveniente dall’Africa interessa da oggi le regioni meridionali dell’Italia portando piogge, venti forti e mareggiate. La Protezione civile ha emanato un’allerta di livello arancione in Sicilia, Calabria e Basilicata. Mentre ieri la prima neve ha imbiancato la Sila e nel Salento una violenta grandinata ha causato gravi danni alle coltivazioni. Il pericoloso ciclone, segnala il portale www.ilmeteo.it, punterà prima la Sicilia per poi raggiungere il mar Tirreno; sarà maltempo intenso con numerosi nubifragi e vento di scirocco con raffiche fino a 120 chilometri orari. Ma tutta la settimana sarà sotto piogge, nubifragi, vento e nevicate abbondanti sulle Alpi dai 900/1200 metri.

Le scuole chiuse al Sud
In Sicilia le scuole resteranno chiuse ad Acireale ma anche a Ispica e Pozzallo, nel Ragusano, e a Castelvetrano, in provincia di Trapani.

Il primo ad annunciare per domani la chiusura, in via precauzionale, degli istituti scolastici è stato il sindaco di Agrigento Lillo Firetto. Stessa decisione è stata presa anche dai sindaci di diversi comuni della provincia, da Canicattì a Palma di Montechiaro, da Porto Empedocle a Cammarata; da Ribera a Sciacca.

Situazione analoga in Calabria: nel Catanzarese è lungo l’elenco dei comuni che hanno deciso di chiudere gli istituti scolastici: Soverato, Borgia, Caraffa, Montepaone, Simeri Crichi, Sersale, Gizzeria, Badolato. Ma anche: Argusto, Nocera Terinese, Cardinale, Cenadi, Magisano, Cerva, Isca, Pentone, Palermiti. Nella serata di ieri alla lista si è aggiunta Catanzaro. Lezioni sospese pure a Crotone, altro capoluogo di provincia.

Nord: molto nuvoloso o coperto su tutte le regioni, con precipitazioni sparse dapprima su Liguria, Emilia-Romagna e settori sud di Piemonte, Lombardia e Veneto ma in rapida estensione a tutte le rimanenti aree durante la mattina. Neve dai 1.200 metri su Alpi e Prealpi. Miglioramenti nel pomeriggio sul settore orientale dell’Emilia-Romagna e sul basso Veneto e in serata anche su Valle d’Aosta e Piemonte occidentale.
Centro e Sardegna: nuvolosità irregolare su Marche e Abruzzo con qualche occasionale pioggia sulle aree appenniniche fino metà giornata ma con precipitazioni sparse in arrivo dalla sera iniziando dall’Abruzzo; molte nubi su Sardegna, Lazio, Umbria e Toscana con piogge e temporali sull’isola e in prossimità delle coste di Lazio e Toscana.
Sud e Sicilia: molte nubi su Sicilia e Calabria, inizialmente solo con locali piovaschi ma in deciso peggioramento, con fenomeni diffusi anche temporaleschi e intensi nel pomeriggio sulla Sicilia e in rapida estensione alla Calabria specie sul versante jonico; nuvolosità irregolare sul resto del Sud con qualche piovasco al mattino su nord Campania e sud Puglia ma in deciso peggioramento nel pomeriggio e in serata a partire dalla Basilicata. Precipitazioni sparse in serata su tutte le regioni e diffuse, anche temporalesche e intense, sulla Basilicata settore jonico.

Temperature: minime stazionarie su Puglia, Molise, coste di Marche e Abruzzo, appennino emiliano-romagnolo, Liguria di ponente, sul Friuli-Venezia Giulia e sulle aree collinari e pianeggianti del piemonte, in lieve calo in Basilicata e in generale aumento nel resto d’Italia; massime stazionarie sulla Sicilia, in calo in Liguria, Emilia-Romagna e aree collinari e pianeggianti di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia, in generale aumento sul rimanente territorio.
Venti: da moderati a forti da nord sulla Liguria di ponente, da deboli a moderati orientali sul resto del nord e su Toscana, Umbria e Marche con i rinforzi maggiori sul resto della Liguria e sulla Toscana; moderati meridionali sul resto d’Italia con locali rinforzi su Sardegna, Sicilia, Calabria e coste laziali, ma tendenti a divenire forti da sud-est durante il pomeriggio su Sicilia orientale, Calabria e Basilicata.
Mari: da agitati a molto agitati mare e canale di Sardegna, con quest’ultimo anche localmente grosso, e tendenti a generalmente agitati per fine giornata; mossi Adriatico e Jonio con moto ondoso in aumento, fino a molto agitato lo Jonio per fine giornata; da molto mossi ad agitati i restanti mari.

Le previsioni per domani
Al Nord annuvolamenti compatti su Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia centroccidentale nel corso della mattinata, con successivi rasserenamenti; nuvolosità diffusa sul resto del Nord con precipitazioni intense, a carattere nevoso al di sopra dei 1.500 metri ma in abbassamento serale fino a 700 metri sul Trentino-Alto Adige; dalla sera attese forti piogge e temporali su basso Veneto ed Emilia-Romagna orientale.

Al Centro e in Sardegna maltempo diffuso su tutte le regioni, con piogge localmente forti e temporali nelle aree tirreniche, in Sardegna e sulle coste marchigiane. Al Sud e in Sicilia al mattino molte nubi e precipitazioni intense, specie su aree ioniche e coste tirreniche. Attesi fenomeni di eccezionalità su Calabria, Basilicata e Puglia. Dal pomeriggio diradamento delle nubi su versante adriatico e Basilicata orientale, mentre altrove persisteranno rovesci e temporali.

(https://www.repubblica.it/cronaca/2019/11/11/news/maltempo_oggi_allerta_in_sicilia_calabria_e_basilicata_-240828198/?fbclid=IwAR1he3y7b_7rNinHFAK-nScnZEvkBlFf9I9UEOtkX0C1FDV_lb__0vFUv5k)

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy