Mercoledì incontro con l’autore che ha raccontato la storia del partigiano “Ciro” Cacciatore – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Mercoledì incontro con l’autore che ha raccontato la storia del partigiano “Ciro” Cacciatore

Condividi questo articolo.

Si terrà mercoledì 24 ottobre a partire dalle 17,30 nella sala Oratori di palazzo Moncada il convegno dal titolo “Il Partigiano di piazza Martiri” – La riscoperta di un eroe dimenticato. Salvatore Cacciatore il partigiano “Ciro” (1920-1945).

Martire del nazifascismo, la sua vita è stata ricostruita nel libro di Enzo Barnabà: “Il partigiano di piazza Martiri. Storia del siciliano che combatté i nazisti e che finì appeso a un lampione”. All’incontro, organizzato dal Comune di Caltanissetta e dalla Società nissena di Storia Patria, sarà presente l’autore, prof. Enzo Barnabà. Dopo i saluti del sindaco Giovanni Ruvolo, sono previsti gli interventi del presidente della Società di Storia Patria Antonio Vitellaro e dell’assessore alla Creatività e partecipazione Pasquale Tornatore.

Mentre a Caltanissetta nel 1943 nasceva il figlio, Salvatore Cacciatore, il partigiano “Ciro”, da poco era entrato nella Resistenza. In Sicilia non fecero in tempo ad inviare le carte per celebrare il matrimonio per procura con la giovane che portava in grembo il piccolo, recanti la data del giugno del ’43. Già a maggio “Ciro” si era unito alla lotta partigiana. Dato per disperso in Russia dai familiari, era invece destinato a entrare nella storia della Resistenza.

A Caltanissetta da alcuni anni viveva la ragazza con cui aveva concepito il suo unico figlio. Sempre a Caltanissetta il figlio del partigiano “Ciro” avrebbe vissuto fino agli anni ’50, prima di andare a vivere al nord Italia con la madre. La famiglia Cacciatore, originaria di Aragona in provincia di Agrigento, si era stabilita a Caltanissetta nel 1940.

La piazza di Belluno che fino al 3 giugno 1945 si chiamava “Campedèl”, prese l’attuale denominazione di piazza dei Martiri per rendere omaggio ad uno dei più tragici eventi della Resistenza, l´impiccagione il 17 marzo 1945 ai lampioni della piazza di quattro giovanissimi patrioti, catturati nella zona di Perarolo un mese prima: Salvatore Cacciatore, Valentino Andreani, Gianleone Piazza, Giuseppe De Zordo.

L’autore

Enzo Barnabà è nato a Valguarnera (Enna) nel 1944. Ha insegnato lingua e letteratura francese in Veneto e Liguria. Col ministero degli Esteri ha insegnato presso le Università di Aix-en-Provence, Abidjan, Scutari e Nikšić. Vive in Liguria. Ha pubblicato 15 libri in italiano e francese, tra i quali Sortilegi (con Serge Latouche), Bollati Boringhieri, 2008 e Morte agli Italiani!, Infinito edizioni, 2010.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy