Caltanissetta piange Lillo Granata, decano dei giornalisti nisseni - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta piange Lillo Granata, decano dei giornalisti nisseni

Condividi questo articolo.

A poche ore dalla scomparsa di Stefano Gallo il giornalismo nisseno si è trovato ad affrontare un nuovo lutto. Nella serata di ieri è morto Lillo Granata, classe ’33, decano dei giornalisti nisseni. Ex dirigente della Provincia, era stato corrispondente del quotidiano palermitano “L’ora” e per tanti anni pilastro del giornale “La Sicilia”.

Giornalista di indubbie qualità professionali, sempre attento a quello che era la ricerca della notizia, dello spunto giornalistico, è stato maestro di tanti cronisti che si affacciavano a questo mestiere. Per una volta sono costretto a usare la prima persona nel raccontare Lillo Granata, in particolare il suo essere maestro senza guardarti dall’alto in basso, ma elargendo consigli con affetto smisurato. Affetto. Si, anche quando ti “rimproverava” perché mancava un dettaglio, perché si poteva fare meglio, l’unica cosa che riuscivi a vedere – al di là del consiglio tecnico – era il suo voler bene al giovane cronista che gli stava davanti. Con un sorriso penso alla prima volta che lo vidi nella redazione nissena del giornale La Sicilia, nel lontano aprile 2005, quando mi scambiò per un tecnico della Telecom.

Da allora la sua guida è stata preziosa, non solo nel lavoro, ma anche nella vita, due campi in cui non si finisce mai di imparare; ricordo le giornate “difficili”, quelle in cui il carico di lavoro era tale perché ti stavi consumando gli occhi sulle “carte” – come si dice in gergo – di un’inchiesta e sapevi che “si faceva nuttata”. E lui, con burbera simpatia, ti diceva: “Arriminati, ca a tia aspittamu”, più per farti sorridere che per rimproverarti sul serio. Poi magari si andava via insieme dal giornale e se il bar di viale della Regione era aperto ci si fermava a prendere qualcosa per chiacchierare di noi e delle nostre vite. Anche quando doveva parlarti di qualcosa di vita vissuta, di intimo, per darti un insegnamento lo faceva con l’esempio, raccontandoti qualcosa di se stesso.

Mi viene solo da dire: Grazie di tutto dottore Granata

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy