Caltanissetta. Leandro Janni: “Salvini sta arrecando un danno enorme al Paese, è capace solo di scatenare odio e violenza” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta. Leandro Janni: “Salvini sta arrecando un danno enorme al Paese, è capace solo di scatenare odio e violenza”

Condividi questo articolo.

Diciamolo. Con nettezza. Il danno che uno come Salvini (segretario della Lega post-bossiana, vicepremier e attuale ministro dell’Interno) sta arrecando al nostro Paese è enorme. Dopo più di vent’anni di sottocultura berlusconiana, nel vuoto di una sinistra confusa e dispersa, troppo spesso collusa, adesso arriva uno capace soltanto di alimentare strumentalmente angosce e paure. Uno capace soltanto di scatenare odio e violenza. Arriva uno che, in sinergia con la tecno-oligarchia dei Grillo e Casaleggio, mina le basi, i fondamenti della democrazia. Uno che, di fatto, rende impossibile il confronto, il dialogo democratico. «La democrazia è superata» essi dicono. Essi pensano. Irresponsabilmente, spudoratamente.

«Regimi democratici possono essere definiti quelli nei quali, di tanto in tanto, si dà al popolo l’illusione di essere sovrano» diceva un certo Benito Mussolini. E comunque, vengono in mente – per contrapposizione – le parole di Piero Calamandrei: «Se si vuole che la democrazia prima si faccia e poi si mantenga e si perfezioni, si può dire che la scuola a lungo andare è più importante del Parlamento e della Magistratura e della Corte costituzionale». Già, la scuola. In tanti, in troppi hanno provato a distruggerla, la scuola pubblica italiana, negli ultimi anni. E ammettiamolo: ci sono quasi riusciti. E i frutti sono evidenti. Tragicamente evidenti.

Ad ogni modo, ricordo – sinteticamente – cos’è la democrazia, cosa si intende per “democrazia”: «DEMOCRAZIA s. f. [dal gr. δημοκρατία, comp. di δῆμος «popolo» e -κρατία «-crazia»]. – 1. a.Forma di governo in cui il potere risiede nel popolo, che esercita la sua sovranità attraverso istituti politici diversi; in partic., forma di governo che si basa sulla sovranità popolare esercitata per mezzo di rappresentanze elettive, e che garantisce a ogni cittadino la partecipazione, su base di uguaglianza, all’esercizio del potere pubblico: paese retto a d.; instaurare la d.; ddiretta o plebiscitaria, quando il potere è esercitato direttamente da assemblee popolari o mediante plebisciti; dindirettarappresentativaparlamentare, quando il potere è esercitato da istituzioni rappresentative. Dpopolare, espressione con cui veniva indicata genericamente l’organizzazione politico-sociale dei paesi socialisti dell’Europa orientale e, in senso più ampio, di tutti i paesi socialisti. b. estens. Paese retto democraticamente: le dmodernele ddell’Europa occidentale2. La dottrina stessa, come concezione politico-sociale e come ideale etico, che si fonda sul principio della sovranità popolare, sulla garanzia della libertà e dell’uguaglianza di tutti i cittadini; anche l’applicazione pratica di tale dottrina, e l’insieme delle forze politiche che la sostengono: operare per il trionfo della d.; una din lotta contro i regimi totalitarîDCristiana, movimento politico sviluppatosi alla fine del sec. 19° da precedenti forme di cattolicesimo sociale e affermatosi poi come partito in Italia e anche in altri paesi europei ed extraeuropei. D. elettronica, l’utilizzazione delle nuove tecnologie elettroniche, spec. Internet, al fine di favorire la partecipazione dei cittadini alle decisioni che li riguardano in quanto tali e, ancora, di garantire la trasparenza nella gestione della cosa pubblica e la correttezza nella trasmissione delle informazioni. 3. non com. Comportamento democratico, cioè affabile e cordiale, nei rapporti con i dipendenti e le persone di condizione sociale più modesta, determinato soprattutto da rispetto per i loro diritti e il loro lavoro: dare prova di democraziala sua dnon è una maschera ma è veramente spontanea» (http://www.treccani.it/vocabolario/democrazia/).

Leandro Janni

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Un pensiero riguardo “Caltanissetta. Leandro Janni: “Salvini sta arrecando un danno enorme al Paese, è capace solo di scatenare odio e violenza”

  • 30 Luglio 2018 in 10:00
    Permalink

    Questo suo modo di esprimere giudizi nascondendo la natura di questa sua sinistra relativista e distruttiva che ha portato l’Italia ad essere la parodia di se stessa è tipico di chi persegue lo squallore intellettuale del “politicamente corretto”, di chi utilizza riferimenti sociologici e filosofici sovvertendone i significati col fine maligno di far passare il male per il bene e il bene per il male. La struttura stessa del linguaggio che utilizza per contraffare la realtà è una sovrastruttura ancora più falsa della più bassa demagogia di facciata.. Si faccia un esame di coscienza se voi di certa sinistra neo borghese ne avete ancora una, ed inizi prima di sciorinare lezioni di sociologia a considere il dato storico reale e cioè di come voi della sinistra avete ridotto la nostra Italia.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy