Annalisa Petitto: "Si aprano nuovi centri vaccinali secondo le linee guida del commissario nazionale per l'emergenza Covid" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Annalisa Petitto: “Si aprano nuovi centri vaccinali secondo le linee guida del commissario nazionale per l’emergenza Covid”

Condividi questo articolo.

File interminabili, in macchina, sotto il sole, senza acqua e senza servizi igienici: questa è la mortificante condizione a cui sono sottoposti i nisseni che stanno rispondendo in modo assolutamente vigoroso ed entusiasta alla campagna vaccinale.
Già qualche giorno fa, sollecitata da molti cittadini, avevo fatto appello pubblico affinché si intervenisse immediatamente per porre fine ad una situazione di totale disorganizzazione che si ripercuote gravemente sulla vita di quanti vogliono sottoporsi a vaccino a Caltanissetta.
La situazione attuale è quella che foto e video mostrano e che mi inducono, ancora una volta, a dover difendere i miei concittadini che, ingiustamente patiscono le pene dell’inferno, a causa di una gestione sanitaria palesemente allo sfascio, disorganizzata e inidonea (già in tempi “ di pace”) a guidare una fase così delicata come la condizione pandemica che stiamo ancora vivendo e che solo con la vaccinazione potremo superare.
Le esperienze positive vissute da quei cittadini recatisi, per la vaccinazione, presso il CEFPAS, non alleviano, ovviamente, in nessuno modo, quanto di assurdo sono costretti a patire numerosissimi nisseni i quali hanno pieno diritto di avere “voce”.
Al netto delle doverose e quanto mai necessarie denunce e proteste pubbliche, funzionali a dar voce a coloro che hanno vissuto o saranno costretti a vivere tali e tanti disagi, da consigliere comunale della città propongo soluzioni fattibili e concrete peraltro coerenti con le linee guida diramate dalla struttura commissariale nazionale che, sul punto, sono chiarissime: vaccinazione delocalizzata!
Vaccinazione di periferia che raggiunga le categorie più fragili, over 80, soggetti con difficoltà a deambulare e, più semplicemente, coloro che sono soli e non sono in grado, per varie motivazioni, di raggiungere il centro vaccinale principale: il tutto ottenendo anche la decongestione dell’unico centro vaccinale.
Separazione tra i centri dove si vaccina su prenotazione e dove si opera per la vaccinazione libera!
Apriamo un centro vaccinale in centro storico o nelle sue prossimità, nelle strutture sportive dotate di parcheggi e ampi spazi di attesa, il Comune metta a disposizione le sue strutture.
I vertici dell’ASP e il Sindaco, quale responsabile della salute pubblica, smettano una volta per sempre di far finta di nulla raccontando a sé stessi ed alla città intera, spudoratamente burlata, che tutto va bene e lo facciano in tempi celeri.

Scrive in una nota riportata integralmente che riceviamo e pubblichiamo la consigliera comunale Annalisa Petitto.
https://www.facebook.com/1585312175/posts/10222979335503595/?d=n

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy