Affidamento minori, Aiello (Lega): "Quanto successo a Bibbiano impone di chiarire che i controlli devono essere moltiplicati" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Affidamento minori, Aiello (Lega): “Quanto successo a Bibbiano impone di chiarire che i controlli devono essere moltiplicati”

Condividi questo articolo.

Su iniziativa del consigliere comunale della Lega, Oscar Aiello, si inizia a parlare anche a Caltanissetta dello scandalo scoppiato a Bibbiano sul presunto sistema illecito di affidamenti dei minori, strappati alle loro famiglie naturali attraverso falsificazioni di atti e altri escamotage che hanno sconvolto profondamente l’opinione pubblica.

Prendendo spunto dall’inchiesta giudiziaria “Angeli e Demoni” il consigliere e commissario provinciale della Lega ha presentato giorni addietro una Mozione, che verrà discussa nella prossima seduta di Consiglio comunale.
“Dallo scandalo di Bibbiano – dichiara Oscar Aiello nel suo comunicato stampa – è emerso un quadro drammatico e preoccupante che ha spezzato famiglie, sottoposto bambini a presunte violenze e creato un business illecito di migliaia di euro. La materia è di stretta competenza comunale – aggiunge il legista Aiello – occorre pertanto dare informazioni e risposte immediate, così da prendere eventualmente le distanze dai citati fenomeni di presunto malaffare. Quanto successo a Bibbiano – conclude il capogruppo della Lega nel comunicato – ci impone di chiarire che i controlli, in questo ambito, devono essere moltiplicati per evitare il ripetersi di tali misfatti. Risulta infatti strano che nonostante la presenza di un elevato numero di famiglie disponibili all’affidamento e all’adozione, il fenomeno dell’affido familiare a persone single o a strutture comunitarie risulta al contrario in espansione”.

Con la mozione presentata dalla Lega tramite il consigliere Aiello il Consiglio comunale impegnerà sindaco e giunta a rendere noti, con evidenza sul sito istituzionale del Comune di Caltanissetta entro 30 giorni dall’approvazione della mozione:
Quanti sono attualmente i bambini allontanati dalla famiglia di origine, per quale durata e con quale motivazione;
La spesa sostenuta per essi nell’ultimo biennio;
Quanti controlli gli organi di competenza di codesto Comune hanno attivato nell’ultimo quinquennio e con quali esiti;
Quanti sono gli affidi in attesa di essere attivati;
A quale tipologia di affidamento extra familiare si è ricorso, specificando se trattasi di famiglia affidataria, singola persona, comunità di tipo familiare ed istituto di assistenza pubblico o privato;
Le modalità con cui vengono scelte le famiglie affidatarie;
In quanti casi di necessità ed urgenza l’affidamento extra familiare è stato disposto senza porre in essere gli interventi dell’articolo 1, comma 2 e 3, della Legge n. 149 del 28 Marzo 2001 e da quali organi competenti;
A quale tipologia di affidamento extra familiare si è ricorso per i casi di cui al punto precedente, specificando se trattasi di famiglia affidataria, singola persona, comunità di tipo familiare e istituto di assistenza pubblico o privato;
Quanti sono i contributi economici messi a disposizione dal Comune per il servizio di affido;
Quanti sono gli esiti positivi di rientro/riaffido del minore alla famiglia di origine.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy