“Week-end del giocattolo” al quartiere San Francesco/Stazzone, prende vita la casetta dedicata ai più piccoli - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

“Week-end del giocattolo” al quartiere San Francesco/Stazzone, prende vita la casetta dedicata ai più piccoli

Condividi questo articolo.
Rate this post

In occasione delle recenti festività natalizie, la Federazione provinciale di Caltanissetta del Movi – Movimento di volontariato italiano, rappresentata dall’educatore professionale Filippo Maritato, ha organizzato un’importante iniziativa di raccolta, selezione e donazione di giocattoli nelle comunità e nei quartieri della città di Caltanissetta.

I giocattoli rimasti nella disponibilità dell’associazione “San Francesco/Stazzone” sono stati stati resi disponibili quotidianamente ai bambini residenti nel quartiere da giovedì 13 gennaio a domenica 16 gennaio in quello che è stato definito il lungo “Week-end del giocattolo”, che si è potuto realizzare grazie alla collaborazione delle cooperativa Iopervoiperio, della cooperativa Feedbacke dell’ente di formazione professionale Cirpe – Centro iniziative ricerche programmazione economica.

Il presidente del comitato di cuartiere Marcello Bellomo ed il segretario William Di Noto esprimono grande soddisfazione per la buona riuscita dell’iniziativa, soprattutto in relazione all’entusiasmo delle bambine e dei bambini che, molto ordinatamente e civilmente, si sono recati a “scegliere” i giocattoli di proprio gradimento che ogni giorno (magicamente) sono comparsi all’interno della casetta dei giochi posta nell’area attrezzata del parcheggio di via Piccola Conceria.

L’iniziativa è stata volutamente poco pubblicizzata sui social e nei tradizionali canali di comunicazione, con l’obiettivo di favorire l’attività di “strada” (ancora molto presente nel territorio di San Francesco/Stazzone) ed il tradizionale metodo del “passaparola” fra i bambini che ogni giorno si recano nell’area giochi del quartiere.

I componenti del comitato sono convinti, infatti, che la “strada” rappresenti ancora un luogo di socialità, uno spazio privilegiato di incontro e di aggregazione, di comunicazione, di scambio di relazioni interpersonali, un luogo che può rappresentare anche uno spazio “educativo” e di “azione pedagogica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy