VIDEO. Caltanissetta. Prenotare una visita neurologica al Sant’Elia? Sì, a gennaio 2019

Condividi questo articolo.

È la solita storia. Un cittadino ha bisogno di sottoporsi a una visita medica e i tempi di attesa non sono proprio stretti. Anzi. Per un esame neurologico, infatti, il primo “spazio” disponibile è per gennaio 2019.

Questo è ciò che si è sentito rispondere un nisseno che ha chiamato il centro prenotazioni dell’ospedale ” Sant’Elia” per prenotare una visita neurologica per il padre novantenne malato di Alzheimer. E anzi, l’operatore ha consigliato all’utente di rivolgersi a un medico che fa servizio nella struttura che si trova di fronte all’ex ospedale Dubini. L’utente si è naturalmente dovuto rivolgere a una struttura privata.

La domanda è sempre la stessa. Perché? Perché i cittadini che pagano regolarmente le tasse debbano sempre essere trattati in questo modo? È chiaro che c’è qualcosa che non funziona ed anche che non si tratti di un fenomeno circoscritto alla sola Caltanissetta. Negli anni sono cambiati tanti governi nazionali e regionali, sono ruotati ministri, assessori di ogni coalizione e anche i vari dirigenti e manager sanitari. Eppure i problemi sono sempre gli stessi, soprattutto quando di mezzo c’è il cittadino. Qualcuno di loro si assumerà mai delle responsabilità? “Scusate, abbiamo sbagliato”: qualcuno – soprattutto tra i politici – lo dirà mai? O dovremo sempre assistere alle e solite giustificazioni e ai soliti “stiamo lavorando”?

Condividi questo articolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.