Un gruppo associativo di ricerca di San Cataldo riesce a realizzare algoritmi automatici per i mercati finanziari - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Un gruppo associativo di ricerca di San Cataldo riesce a realizzare algoritmi automatici per i mercati finanziari

Condividi questo articolo.

Il gruppo studi e ricerca dell’associazione Trading Bull Club ed Elementi Design di San Cataldo, formato da Adriano Nicosia, Jan Carlos Pagano e Fabio Alberto Maira è riuscito a realizzare algoritmi automatici che operano in autonomia sui mercati finanziari, in particolare sugli indici europei, inglesi e americani.

L’associazione Trading Bull Club ed Elementi Design nasce con lo scopo di promuovere e diffondere cultura finanziaria anche nelle scuole. Tra le attività associative rientra anche la difesa dalle truffe online, un’analisi preventiva dei costi e dell’affidabilità degli interlocutori finanziari che offrono servizi alle persone asciutte in questa materia.

Dopo quasi un decennio di studi, test, operatività, finanziati con i fondi associativi, è venuto fuori un risultato ritenuto molto soddisfacente. Le percentuali di “Ottaviano”, il nome che è stato dato al software robot, sono al di sopra della media e mantenute statisticamente e costantemente negli anni.

“Si tratta di una  buona affermazione in un territorio ritenuto difficile e lontano dall’idea d’intraprendere e sperimentare attività tecnologiche in un settore considerato ostico e incomprensibile come, appunto, quello  finanziario. Considerata l’attività di avanguardia potremmo, forse, affermare di essere i primi pionieri in Sicilia. La progettazione non si fermerà con Ottaviano ma estenderà il suo raggio di azione al campo delle valute fino a raggiungere quello delle commodities. Ottaviano non è più un prototipo, è un prodotto vero e proprio, pronto per essere agganciato sulle piattaforme delle banche e dei broker per mettere a frutto le sue qualità. Abbiamo già avuto dei contatti con dei broker internazionali, interessati al software robot,  con i quali sono già state eseguite molte sperimentazioni e test di funzionamento sulle loro piattaforme”, ha dichiarato il gruppo di ricerca.

(Nella foto Pagano, Nicosia, Maira)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy