Servizio civile a Casa Rosetta, 48 posti disponibili: domande entro il 10 febbraio - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Servizio civile a Casa Rosetta, 48 posti disponibili: domande entro il 10 febbraio

Condividi questo articolo.
Rate this post

Anche nel 2023 nelle strutture di Casa Rosetta saranno impiegati giovani volontari del “Servizio civile universale”: i progetti dell’Associazione sono stati accolti dalla Presidenza del Consiglio dei ministri e saranno finanziati con fondi dell’Unione europea. È prevista la collocazione di 48 volontari, che presteranno servizio per un massimo di 35 ore settimanali per dodici mesi e riceveranno – come prevede il bando governativo, un’indennità mensile di 444 euro. Possono concorrere giovani di età fra 18 e 28 anni che presentino entro le ore 14 del 10 febbraio la domanda di partecipazione indirizzata a Casa Rosetta esclusivamente on-line attraverso la piattaforma nazionale DOL sul link https://domandaonline.serviziocivile.it. Sui siti internet del Dipartimento www.politichegiovanili.gov.it e www.scelgoilserviziocivile.gov.it è disponibile la Guida per la compilazione e la presentazione della Domanda on-line con la piattaforma DOL I giovani volontari ammessi riceveranno, come prevede il bando governativo, un compenso mensile di 444 euro. Ulteriori informazioni possono essere acquisite scrivendo una mail a serviziocivile@casarosetta.it oppure consultando il sito www.domandaonline.serviziocivile.it

Servizio civile volontario è una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, uno strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese. Il volontariato è essenzialmente un’opportunità di tirocinio formativo, in cui i giovani affiancano dipendenti della struttura alla quale sono assegnati. Ai volontari impegnati nei progetti di Servizio Civile non potranno né dovranno essere delegate responsabilità proprie del personale dell’ente, che dovrà comunque rispettare i propri impegni contrattuali. 

Casa Rosetta ha sempre guardato al Servizio Civile come ad una grande occasione di crescita e formazione i giovani volenterosi di dedicare un anno della loro vita a favore di un impegno sociale e solidaristico indirizzato al bene di tutti e di ciascuno, e quest’anno ha presentato tre progetti affini alle aree di intervento in cui l’Associazione opera da più di 30 anni, nella visione del miglioramento continuo che caratterizza la missione al servizio dei più deboli, attraverso il valore aggiunto del volontariato sociale. Il progetto SuperAbile 2020 mira al miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità fisica e disturbi psichiatrici ospiti delle strutture, al fine di incrementare e potenziare gli interventi legati alla mobilità, migliorare i processi di promozione e sviluppo delle capacità relazionali e favorire l’inclusione sociale e lavorativa. Il progetto In-Dipendenza 2020 propone come focus principale la presa in carico, l’assistenza ed il contrasto delle “dipendenze patologiche”. Il progetto Lavorando Imparo (Regione Lazio) riguarda i minori e l’équipe all’interno delle Comunità Alloggio per minori, nella gestione di reali processi di prevenzione, cura e riabilitazione dei minori.

Questo è il dettaglio dei posti disponibili a Casa Rosetta per il 2023. Per il progetto “SuperAbile” 25 volontari da assegnare così: a Caltanissetta 5 al Centro di riabilitazione Villa S. Giuseppe, 3 alla Comunità alloggio S. Paolo, 3 alla Comunità alloggio S. Pietro, 1 al Centro di genetica medica; a Mussomeli 4 alla Comunità alloggio e 5 al Centro di riabilitazione P. Spinnato; a Riesi 2 al Centro di riabilitazione don F. Dierna, a Mazzarino 2 al Centro di riabilitazione mons. Cannarozzo. Per il progetto “In-Dipendenza” 18 volontari: a Caltanissetta 4 alla comunità terapeutica Villa Ascione, 4 alla Comunità terapeutica La Ginestra, 3 alla Comunità terapeutica Villa Sergio, 1 al Centro di consulenza per la famiglia, a Caltagirone 4 alla comunità terapeutica L’Oasi, a Partinico 2 alla Comunità P. Puglisi. Per il progetto “Lavorando Imparo” 3 volontari a Roma nella Comunità per minori Giovanni Paolo I.

L’impiego dei giovani volontari comincerà presumibilmente nel mese di maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy