Sanità. Tanasi (Codacons): “Ecco la ricetta per abbattere le lunghe liste d’attesa. Coinvolgere i medici di famiglia e aprire le strutture la sera” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti

Sanità. Tanasi (Codacons): “Ecco la ricetta per abbattere le lunghe liste d’attesa. Coinvolgere i medici di famiglia e aprire le strutture la sera”

Condividi questo articolo.

Francesco Tanasi, segretario nazionale  Codacons,  scende in campo contro le lunghe liste d’attesa delle Asp e degli ospedali siciliani.

“E’ impensabile – spiega Tanasi – che per una risonanza o mammografia occorra aspettare anche 1 anno, con evidenti danni per i cittadini che necessitano di controlli medici. Le lamentele in questo senso sono davvero numerosissime, bisogna agire dunque con celerità per trovare delle risposte. Secondo le segnalazioni che pervengono numerosissime all’associazione, uno dei problemi principali è rappresentato dall’inefficienza nel primo soccorso: il pronto soccorso si trasforma, infatti in una specie di limbo, in cui pazienti a volte anche gravi e troppo spesso scambiati per ‘codici verdi’ rimangono in attesa anche 10-12 ore. Non servono tagli ma una riorganizzazione totale e ben congegnata dell’intero sistema anche con l’impiego come più volte il Codacons ha suggerito anche di altri professionisti, come i medici di famiglia o i medici della continuità assistenziale”. 

Tanasi rilancia anche la proposta al Governo di aprire le strutture sanitarie pubbliche anche nelle ore serali e notturne.  Questo consentirebbe sia di sfruttare in misura più efficiente i macchinari a disposizione, sia di ridurre in modo considerevole le lunghe liste di attesa. A giovarne sarebbero soprattutto l’esecuzione di esami come tac, risonanza magnetica, radiografie ecc…

“Siamo pronti a  collaborare con il governatore Nello  Musumeci e l’sssessore regionale alla Salute Ruggero Razza per  interventi repentini e risolutivi che diano nuova dignità alla sanità siciliana”, conclude Tanasi.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.