Operazione "Gallodoro", i nomi degli arrestati del mandamento di Mussomeli e i reati - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Operazione “Gallodoro”, i nomi degli arrestati del mandamento di Mussomeli e i reati

Condividi questo articolo.

Questa mattina i carabinieri del Ros di Caltanissetta, con il supporto dei militari dei Comandi provinciali di Caltanissetta e Agrigento, hanno dato esecuzione a un provvedimento di custodia cautelare emesso dal Gip del Tribunale nisseno, su richiesta della Procura, Direzione distrettuale antimafia, a carico di 17 persone, alcune delle quali già detenute per altri reati, ritenute a vario titolo responsabili di associazione a delinquere di stampo mafioso, omicidio, estorsioni, reati concernenti le armi, rapina e associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento cautelare colpisce gli appartenenti alle famiglie mafiose ricadenti nel mandamento di Mussomeli, composto anche dalle famiglie di Campofranco, Montedoro, Serradifalco, Sutera, Bompensiere. Nel dettaglio gli arrestati ristretti in carcere sono:

Claudio Rino Di Leo, Campofranco (CL) 4.09.1961 per associazione a delinquere di tipo mafioso, associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, tentata estorsione, rapina, reati concernenti le armi.

Calogero Maurizio Di Vita, San Cataldo (CL) 31.05.1969 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Antonio Calogero Grizzaniti, Sutera (CL) 4.06.1956 per due estorsioni.

Giuseppe Modica, Campofranco (CL) 3.05.1962 per omicidio, reati concernenti le armi.

Francesco Pollara, Palermo 8.10.1979 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Vincenzo Scalzo, San Cataldo (CL) 1.12.1973 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Angelo Schillaci, Campofranco (CL) 9.11.1962 per omicidio, reati concernenti le armi.

Antonino Tusa, Catania il 5.05.1968 per omicidio, reati concernenti le armi.

Domenico Vaccaro, Campofranco (CL) il 28.04.1954 per omicidio, reati concernenti le armi.

Gli arrestati posti ai domiciliari sono:

Domenico Avarello, Canicattì (AG) 21.07.1980 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Nicolò Falcone, Montedoro (CL) 18.09.1948 per omicidio, reati concernenti le armi.

Salvuccio Favata, Mussomeli (CL) 19.04.1975 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Antonino Lattuca, Agrigento 7.04.1981 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Calogero Modica, Campofranco (CL) 21.04.1943 per associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione.

I destinatari dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria sono:

Alexander Giulio Lattuca, Mussomeli (CL) 14.01.1994 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Domenico Mangiapane, Cammarata (AG) 28.10.1979 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Giovanni Siragusa, Mussomeli (CL) 9.2.1983 per associazione a delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy