“Non gettate i rifiuti nel water”. Caltaqua avvia nuova campagna di sensibilizzazione – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti

“Non gettate i rifiuti nel water”. Caltaqua avvia nuova campagna di sensibilizzazione

Condividi questo articolo

Un servizio idrico integrato che sia capace di dare risposte sempre più puntuali alle esigenze dell’utenza passa, anche, da un oculato e appropriato utilizzo non soltanto delle risorse ma pure delle infrastrutture di servizio.
E’ in quest’ottica che Caltaqua – Acque di Caltanissetta SpA, gestore del servizio idrico integrato per il territorio della provincia di Caltanissetta, ha avviato una nuova campagna di informazione e di sensibilizzazione, articolata su più livelli, focalizzando in questo caso l’attenzione sul corretto utilizzo degli scarichi domestici all’insegna dell’hastag #nongettarlo.

Locandine, pieghevoli, materiale divulgativo dedicato al mondo della scuola, comunicazione articolata su più livelli con il sito internet aziendale protagonista (https://www.caltaqua.info/comunicazione/campagne-di-sensibilizzazione/corretto-utilizzo-degli-scarichi-domestici), messaggi specifici rivolti all’utenza negli uffici di Caltaqua, stickers destinati ai servizi igienici di locali pubblici e uffici, oltre ad una serie di incontri dedicati che si stanno mettendo a punto e che coinvolgeranno in maniera preminente i giovani, sono alcune delle azioni che il management del Gestore sta mettendo in campo nel segno di una virtuosa e ormai collaudata azione di responsabilità sociale.

Il claim della campagna “Il water non è un cestino” in maniera immediata richiama, anche graficamente, il cuore del problema: arginare quella tendenza diffusa nella società odierna a fare nelle nostre case un uso improprio di alcuni prodotti che, se gettati negli scarichi domestici, attraverso la fognatura urbana, possono causare gravi danni all’ambiente e all’economia locale.

Gettare rifiuti inappropriati nel water o nel lavandino, giorno dopo giorno, può causare gravi danni per tutti. In fin dei conti basterebbe osservare attentamente poche raccomandazioni per evitare indesiderate ripercussioni ambientali (ma anche economiche) come ostruzione delle canalizzazioni, malfunzionamento e bloccaggio delle pompe, sovraccarico e intasamento delle griglie in entrata agli impianti di depurazione, aumento del volume dei fanghi, aumento dei costi di manutenzione.

Condividi questo articolo
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *