La Francia “riconosce” il veggente siciliano. I francesi amano San Michele Arcangelo - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

La Francia “riconosce” il veggente siciliano. I francesi amano San Michele Arcangelo

Condividi questo articolo.

La Francia “riconosce” il veggente siciliano. I francesi amano San Michele Arcangelo quanto i siciliani e stanno facendo un Congresso a Reims (F) dal 15 al 18 luglio (vedi locandina) per calare nella realtà di oggi le vittorie ottenute da Santa Giovanna d’Arco, loro amatissima eroina nazionale, col proclamato aiuto di San Michele. Il Congresso sarà concluso dal palermitano Salvo Valenti che riferirà il messaggio dell’Arcangelo in cui chiede di cancellare “le leggi che offendono Dio e fanno soffrire i popoli”: in Italia da 50 anni il divorzio, da 40 l’aborto, eutanasia ecc. L’anno scorso Salvo lo ha letto a Bruxelles, davanti al Parlamento Europeo, poi davanti al Palazzo dei Normanni di Palermo, che essendo la reggia più antica del mondo ancora in uso, è un concreto simbolo del potere politico. Salvo nei suoi viaggi riferisce sempre i messaggi che riceve e le tante guarigioni, conversioni, liberazioni che avvengono alla sorgente di Petralia Sottana (PA) a tal fine consacrata da San Michele! E sempre nascono Gruppi di preghiera all’Arcangelo con la caratteristica di pregarlo “in gruppo ogni 29 del mese”. Ormai i Gruppi francesi sono più di quelli nel resto dell’Europa, e altri stanno nascendo presso i principali santuari mariani (infatti la Madonna, Regina degli Angeli lo aiuta sempre) ma solo i giornali più attenti ed indipendenti hanno informato di ciò i tanti devoti a San Michele. Troppo spesso si dimentica che è terzo nella gerarchia celeste, quindi prima di tutti gli uomini dichiarati Santi dalla Chiesa. Insomma alle ore 9 poi alle 15 di domenica 18 luglio lo ascolteranno in tanti, semplici battezzati e sacerdoti cattolici non solo francesi. La Bibbia spiega che il Signore di solito “parla colla bocca dei lattanti” perché sia chiaro a tutti che è Dio che parla. San Michele usò la giovanissima Santa Giovanna d’Arco perché doveva usare armi e corazze di ferro in battaglia. E’ certo fosse figlia di una italiana, anzi dicono di una siciliana! Il 2 ottobre prossimo Salvo, insieme ad una rappresentanza di varie associazioni cristiane, ripeterà ancora il messaggio a Roma davanti al Parlamento italiano, dove è già conosciuto.

Un pensiero su “La Francia “riconosce” il veggente siciliano. I francesi amano San Michele Arcangelo

  • 18 Luglio 2021 in 16:30
    Permalink

    il mondo è ad una svolta, San Michele viene in nostro aiuto!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy