Incuria al parco Dubini, lettera di un cittadino – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Incuria al parco Dubini, lettera di un cittadino

Se ti è piaciuto questo articolo, valutalo.

Condividi questo articolo.

Il 05 maggio 2017, l’Asp di Caltanissetta, proprietaria del Dubini, ex sanatorio della città, immerso in un parco secolare, sicuramente fra i più belli del capoluogo, ha ufficialmente restituito il parco alla cittadinanza.

All’evento erano presenti: il direttore generale Asp 2, Carmelo Iacono; il sindaco di Caltanissetta Giovanni Ruvolo; il vicario della Curia vescovile don Pino La Placa e il Prefetto Maria Teresa Cucinotta.

L’inaugurazione è sempre un momento di festa, dove ognuno offre belle parole, propositi e progetti. È invece difficile mantenere nel decoro una struttura che, tra l’altro, è veramente frequentata da moltissime persone delle due comunità: Caltanissetta e San Cataldo.

Che cosa impedisce una buona manutenzione, regolare, per mantenere nel decoro un’area che è, in via naturale, una valvola di sfogo, un momento di distrazione, un luogo di rigenerazione e dove praticare sport?

L’area è in uno stato di abbandono totale, d’incuria e di massimo degrado. Perché non procedere a un semplice taglio dell’erba per evitare la presenza di numerosi insetti, zecche ed evitare che la stessa danneggi quello che di esistente ancora c’è? Perché non renderlo un giardino piacevole, curato, dove ognuno possa passare momenti di serenità e relax?

Io frequento il parco ogni giorno, e mi duole enormemente il cuore vedere due metri di erbacce che invadono anche le corsie per il passeggio. È possibile che non sappiamo preservare quello che di medio buono abbiamo?

Lettera firmata

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy