Giovani, spiaggia e amore per l'ambiente: al via l'iniziativa Ripuli@mo a Marina di Butera - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Giovani, spiaggia e amore per l’ambiente: al via l’iniziativa Ripuli@mo a Marina di Butera

Condividi questo articolo.
5/5 - (1 vote)

Cinquanta ragazzi, una spiaggia e l’amore per l’ambiente saranno i protagonisti di Ripuli@mo,  attività di educazione ambientale  curata dalla Uno@uno differenziata nell’ambito del  Festival dello sviluppo sostenibile 2019, la più grande iniziativa italiana tesa a  sensibilizzare e mobilitare cittadini e istituzioni sui temi della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile. (http://festivalsvilupposostenibile.it/2019)

Per Ripuli@mo i ragazzi,  allievi dell’istituto Comprensivo “Santa Caterina Resuttano” di Santa Caterina Villarmosa, sono stati scelti tra le famiglie più riciclone del comune nisseno,  nel quale da un anno è attivo il servizio uno@uno di monitoraggio ed incentivazione della raccolta differenziata.

Ad ospitare la loro   “missione di pulizia differenziata”  sarà un complesso turistico a Marina di Butera, prossimo al litorale  sul quale il prossimo 28 maggio  raccoglieranno e differenzieranno  i rifiuti rinvenuti secondo   il sistema uno@uno.

La Uno@uno differenziata, azienda siciliana che ha messo a punto l’omonimo sistema, nelle scorse settimane ha vinto la sfida Ambiente, energia, capitale naturale della II edizione del Premio PA sostenibile. 100 progetti per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030”, promosso da FPA in collaborazione con ASviS (Alleanza Italiana per lo sviluppo sostenibile).

Obiettivo del premio è scoprire e dare visibilità alle migliori iniziative nate per aiutare l’Italia, e in particolare i singoli territori, ad affrontare le tante debolezze dell’attuale modello di sviluppo, scegliendo un sentiero di crescita sostenibile da percorrere fino e oltre il 2030.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy