Don Costantino Stella ricordato a Resuttano a 100 anni dalla morte - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Don Costantino Stella ricordato a Resuttano a 100 anni dalla morte

Condividi questo articolo.

Domenica 7 luglio, nel centenario della morte di Don Costantino Stella, arciprete parroco di Resuttano (1873-1919) ucciso dalla mafia esattamente cento anni fa, Resuttano ricorderà, come Chiesa e come comunità cittadina, la sua figura esemplare di sacerdote impegnato a difesa della dignità e dei diritti degli ultimi.

Nel pomeriggio, alle 18,30, nella Chiesa Madre, una solenne celebrazione eucaristica sarà presieduta dal Vescovo Mons. Mario Russotto, al termine della quale il Presidente del Consiglio Comunale consegnerà un encomio civico al Parroco attuale, don Ignazio Carrubba e ad una familiare dell’arciprete Stella, l’avvocata Rosalia Stella di Caltanissetta.

Sempre all’interno della Chiesa Madre sarà scoperta una lapide a perpetua memoria della testimonianza di fede e di impegno del sacerdote, in memoria del quale è stato avviato l’iter per l’intitolazione a suo nome della piazza antistante la Chiesa Madre e la Banca di Credito Cooperativo “Don Costantino Stella”, da lui fondata 120 anni fa.

Al termine della funzione ci si recherà in corteo presso il cimitero comunale in cui Don Stella è sepolto nella cappella di famiglia, recentemente restaurata, e dove, dopo un momento di preghiera, si impartirà una benedizione in sua memoria e verrà deposto un omaggio floreale.

Si prevede nel mese di settembre un Convegno di studi sulla figura e l’opera di don Costantino Stella, a cura della BCC da lui fondata nel 1899.

Don Stella si era sempre mostrato attentissimo alle condizioni economiche e alle istanze sociali della popolazione contadina del suo tempo. Intuì che era necessario restituire al contadino la sua dignità umana per accostarlo alla vita della Chiesa e per facilitarne una più serena e spontanea espressione religiosa.

Fu per questo che intraprese e sostenne tenaci lotte con le autorità locali e provinciali, denunciando costantemente lo stato di deplorevole abbandono nel quale da anni era stato lasciato il paese.

Anima e mente del movimento cattolico sin dagli ultimi anni dell’800, impegnato con passione nella promozione spirituale e sociale del suo territorio, fondatore della Cassa Rurale e guida politica dei cattolici che guidò alla conquista dell’amministrazione del Comune nel 1902 e nel 1904, giornalista combattivo, amico personale di Don Sturzo ed esponente di rilievo regionale del movimento politico degli amministratori cattolici.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy