Caltanissetta. Accoltellò l’ex, l’indagata si difende: “Mi sono difesa, ero stata aggredita”. Intanto resta ai domiciliari – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Caltanissetta. Accoltellò l’ex, l’indagata si difende: “Mi sono difesa, ero stata aggredita”. Intanto resta ai domiciliari

Condividi questo articolo.

Resterà ai domiciliari la sancataldese Sonia Ingaglio, 32 anni, accusata del tentato omicidio dell’ex compagno Giuseppe Randazzo, 36 anni, di Delia, e di porto abusivo del coltello con cui ha colpito l’ex all’addome; così ha deciso la gip Graziella Luparello al termine dell’udienza di convalida. La donna ha scelto di rispondere della giudice  e si è difesa su tutta la linea: “Non volevo certo ucciderlo – ha detto – avevo comprato quel coltellino diverso tempo fa per difendermi ed è quello che ho fatto sabato scorso perché il mio ex mi ha spintonata e mi ha messo le mani in faccia”.

Ingaglio ha poi affermato di essere stata perseguitata e pedinata in parecchie occasioni dal proprio ex, il quale le avrebbe detto che lei doveva essere solo sua e di nessun altro. Il legale dell’indagata, l’avvocato Massimiliano Bellini, ha prodotto diverse denunce che la sua assistita aveva presentato nei confronti del proprio ex e aveva chiesto che fosse rimessa in libertà. Il sostituto procuratore Stefano Sallicano aveva chiesto invece la detenzione in carcere. Probabile che la difesa decida di chiedere la scarcerazione al Tribunale del riesame.

La lite era avvenuta sabato scorso nei pressi di un locale di via Luigi Monaco, dove i due si erano incontrati per chiarirsi; Sonia Ingaglio era poi stata arrestata dai carabinieri e collocata ai domiciliari.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy