Strage di Capaci, il ricordo e la memoria con la deposizione della corona in piazza Falcone e Borsellino - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Strage di Capaci, il ricordo e la memoria con la deposizione della corona in piazza Falcone e Borsellino

Condividi questo articolo.

Anniversario della morte del giudice Giovanni Falcone, di Francesca Morvillo e degli uomini della scorta. Oggi la deposizione della corona nella stele vicino al Palazzo di Giustizia nella piazza dedicata ai due magistrati, Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, uccisi dalla mafia.

Presenti tutte le autorità civili e militari.

Il presidente della Corte d’Appello Maria Grazia Vagliasindi ha dichiarato: “Noi vogliamo sostenere la comunità nissena ed è necessario che la magistratura non rimanga sola perché si pone in una posizione di servizio. Lo Stato si assuma il compito di supportarci e rimpinguare le risorse umane. Non parlo soltanto di magistrati ma di personale amministrativo, di giovani assistenti giudiziari. Caltanissetta ne ha bisogno perché è il cuore della Sicilia. Non abbiamo bisogno di eroi – ha continuato – siamo persone comuni e ordinarie che vivono nella quotidianità. Noi siamo per la città, per difenderla e sostenerla. La parola chiave è quindi il sostegno dello Stato. Il ministro della giustizia ha destinato seicento nuovi magistrati in organico e la Sicilia se li aspetta”.
Per il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino:”La città deve stare vicino alle istituzioni, alla magistratura. Per citare una frase che Paolo Borsellino disse a Giovanni Falcone ‘i cittadini stanno facendo il tifo per noi’. Chiedo ai cittadini di Caltanissetta di fare il tifo per tutte le istituzioni aiutandoci a tenere pulita da un punto di vista della legalità la nostra città, come le forze dell’ordine e la magistratura che a tutti i livelli si occupano, appunto, di legalità. Siamo chiamati ad amministrare con una responsabilità enorme ed è necessario fare squadra”.
“Chiederemo anche al Governo centrale di intervenire per far funzionare al meglio la macchina burocratica che a breve si troverà con cinquanta dipendenti in meno. Il problema è grosso e va affrontato in maniera seria, non possono essere sovraccaricati i dipendenti rimasti di tutti i procedimenti che sono in atto”, ha aggiunto il neo sindaco.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy