Sit-in operatori Pian del Lago, altri lavoratori aderiscono allo sciopero della fame: uno di loro finisce in ospedale - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Sit-in operatori Pian del Lago, altri lavoratori aderiscono allo sciopero della fame: uno di loro finisce in ospedale

Condividi questo articolo.

Continua la protesta degli operatori del Centro di accoglienza per richiedenti asilo di Pian del Lago nei pressi della Prefettura di Caltanissetta.

Due dei lavoratori avevano iniziato lo sciopero della fame, uno di loro, Gaetano Crisafi,  è stato trasportato in ambulanza al pronto soccorso del nosocomio nisseno questa notte dopo aver accusato un malore. Debilitato per il digiuno è stato ricoverato per accertamenti.

Crisafi nei giorni scorsi, come ha dichiarato ai nostri microfoni, è stato a Roma insieme a un collega per un sit-in nei pressi del ministero dell’Interno.

Lunedì si è tenuto un nuovo tavolo tra azienda e sindacati con all’ordine del giorno l’assorbimento di tutti i lavoratori del Cara e del Cda da parte delle società aggiudicatarie dell’appalto.

“Un nulla di fatto durante la riunione di quest’oggi all’Ufficio del lavoro”, dicono due operatori. “Sono partiti da 19 ore e su quell’offerta sono sempre rimasti fermi”.

Il tavolo all’ufficio del lavoro con la presenza delle controparti si terrà nuovamente venerdì prossimo.

Per il prossimo 17 febbraio i sindacati hanno proclamato lo sciopero del personale.

Ai nostri microfoni due dei lavoratori che portano avanti il presidio per protestare contro il taglio delle ore lavorative:

 

Ti può interessare anche:

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

Stampa Stampa
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy