Quindicenne di Niscemi finisce in ospedale a Gela dopo un pestaggio. Picchiato per motivi passionali - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Quindicenne di Niscemi finisce in ospedale a Gela dopo un pestaggio. Picchiato per motivi passionali

Condividi questo articolo.

Prima la gita scolastica, poi il ritorno a lezione e le botte. È la vicenda nella quale è rimasto coinvolto uno studente quindicenne di Niscemi che frequenta l’istituto alberghiero “Luigi Sturzo” di Gela. La vittima ieri si è presentata a scuola ma c’è stato l’imprevisto. Mentre alcuni ragazzi lo tenevano bloccato, il “rivale in amore” ha cominciato a colpirlo con pugni al volto. Uno dopo l’altro, a tal punto che il quindicenne ha riportato vistose ferite attorno agli occhi .Si legge su lasicilia.it.
La sua colpa? Quella di aver trascorso un po’ di tempo a discutere con la fidanzata dell’aggressore durante la recente gita organizzata dalla scuola. Il presunto torto ricevuto lo ha trasformato in “pugile per amore” a tal punto che la vittima si è accasciata. Una scena agghiacciante: mentre l’aggressore fuggiva, la vittima era a terra ferita, a tal punto che si è reso necessario l’intervento del personale del 118 che lo ha dovuto trasferire al pronto soccorso dell’ospedale “Vittorio Emanuele”.
Il quindicenne, L. G. le sue iniziali, in ospedale è stato raggiunto dai parenti ed ai medici ha raccontato delle botte ricevute per vendetta. Lividi ben visibili al volto e tanta rabbia per una discussione che poteva sicuramente essere chiarita diversamente. Invece ora l’aggressore rischia di ricevere l’espulsione dall’istituto scolastico, la vittima invece per dieci giorni dovrà aspettare che i lividi al volto, in particolare ad un occhio, vadano via. E non è escluso, a questo punto, che possa anche presentare una denuncia contro l’aggressore che lo ha colpito più volte, e fare anche i nomi dei ragazzi che lo avrebbero tenuto fermo per fargli incassare i colpi sferrati da chi, punto nell’orgoglio maschile, ha cercato di vendicare il torto ricevuto dalla fidanzata durante la gita scolastica. Conclude l’articolo su lascilia.it.

 

 

(Foto Blogsicilia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy