Chiude i battenti la mostra “Spiriti in fermento”, Di Prima: “Un altro importante successo per la città di Caltanissetta” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Chiude i battenti la mostra “Spiriti in fermento”, Di Prima: “Un altro importante successo per la città di Caltanissetta”

Chiude i battenti la mostra “Spiriti in fermento”, Di Prima: “Un altro importante successo per la città di Caltanissetta”
5 (100%) 1 vote[s]

Condividi questo articolo.

Si è conclusa domenica 23 giugno la mostra “Spiriti in fermento”,  collettiva di pittura e di scultura, curata da Salvatore Falzone ed Elisa Mandarà, in memoria di Antonio Mercadante, critico e storico dell’arte romano, per anni impegnato in Sicilia e scomparso prematuramente l’anno scorso a Sciacca.

Trentasei le opere esposte, dodici gli artisti, siciliani e romani, amati o scoperti da Mercadante: Salvo Catania Zingali, Giulio Catelli, Carmelo Giallo, Alessandra Giovannoni, Paolo Guarrera, Giovanni La Cognata, Sebastiano Messina, Vincenzo Nucci, Franco Polizzi, Ruggero Savinio, Vincenzo Scolamiero, Luciano Vadalà.

La mostra, curata nell’organizzazione dall’associazione Creative Spaces, ha segnato un altro importante tassello per gli eventi museali in città, – dice il presidente Eros Di Prima -, “abbiamo registrato 305 visitatori in poco meno di un mese, un altro importante successo per la città di Caltanissetta e la fruizione del Palazzo Moncada “. Abbiamo avuto l’opportunità, aggiunge – il presidente di Creative Spaces – di organizzare due importanti eventi durante la mostra, “Museo in fermento” e “Sabato al museo”, eventi che hanno visto la chiusura del museo alle 22:00, orario gradito dai visitatori nelle calde giornate di giugno e che ha permesso la fruizione della mostra con momenti di performance e degustazioni che rendono viva l’esposizione e allo stesso tempo la struttura museale. Bisognerebbe concepire le strutture museali come centro di aggregazione, fatto di attività, arte e luoghi di ristoro, il tutto con orari elastici e consoni alle esigenze dei fruitori. La mostra “Spiriti in fermento” in autunno verrà allestita a Modica.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy