San Cataldo. Casa venduta all'asta, due fratelli si oppongono allo sfratto barricandosi dentro. Denunciati a piede libero - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

San Cataldo. Casa venduta all’asta, due fratelli si oppongono allo sfratto barricandosi dentro. Denunciati a piede libero

Condividi questo articolo.

Si erano barricati in casa per opporsi allo sfratto dopo che l’abitazione era stata venduta all’asta a causa di un debito da 100mila euro con una banca. Mattinata movimentata in via Garibaldi a San Cataldo, dove due fratelli si sono chiusi in casa, minacciando di darsi fuoco per dire di “no” allo sfratto. Un episodio drammatico, di profondo disagio che ha avuto anche una “coda” poco piacevole visto che è stato necessario l’intervento dei carabinieri, i quali hanno poi denunciato i due fratelli a piede libero per resistenza. Sul posto erano arrivati anche i vigili del fuoco.

Uno dei due sancataldesi ha due figli piccoli; entrambi i protagonisti della vicenda sono agricoltori e da cinque anni attendono il riconoscimento del fondo europeo per l’espletamento delle attività; lo scorso anno, secondo quanto appreso, la banca aveva pure messo in vendita un loro terreno per 30mila euro. Ma, secondo i diretti interessati, il valore sarebbe stato di 80mila euro.

Sull’esecuzione dello sfratto il legale dei due agricoltori, l’avvocato Giuseppe Giunta, ha presentato opposizione e quindi tutto verrà rimandato alla decisione del giudice; l’udienza è prevista per il 24 gennaio.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy