Asp, nuove regole per l'iscrizione dei cani all'anagrafe degli animali d'affezione - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Lingua: ItalianEnglishFrenchArabicRomanianRussianChinese (Simplified)
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it

Asp, nuove regole per l’iscrizione dei cani all’anagrafe degli animali d’affezione

Condividi questo articolo.

“In ottemperanza alle ultime disposizioni nazionali (Dpcm 09 marzo 2020) e secondo quanto disposto dalla Regione Sicilia e dall’Asp di Caltanissetta, in materia di prevenzione, contenimento e gestione dellemergenza epidemiologica da Covid19, sono sospese temporaneamente tutte le operazioni ambulatoriali veterinarie di identificazione e/o sterilizzazione degli animali d’affezione”, fanno sapere i vertici dell’Asp sulla direttiva emanata su misure per la prevenzione, contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 del 12 marzo 2020.

“Gli utenti che abbiano necessità di iscrivere i propri cani all’anagrafe degli animali d’affezione possono inviare la documentazione relativa a tale operazione in formato Pdf all’indirizzo mail d.randagismo@asp.cl.it per prenotare il servizio che sarà assicurato alla cessazione delle misure straordinarie, senza alcun pregiudizio per eventuali obblighi in termini di legge.

Inoltre è possibile effettuare le sole operazioni di variazione in anagrafe degli animali d’affezione (cessioni, smarrimenti, morte, ecc) inviando la documentazione necessaria (modulo di dichiarazione, documento di riconoscimento, codice fiscale, documento/ tesserino del cane, certificazione veterinaria di morte, denunce di smarrimento, ecc), preferibilmente in formato Pdf, al seguente indirizzo di posta elettronica: d.randagismo@asp.cl.it 

Informazioni, chiarimenti e modulistica relativi all’anagrafe degli animali d’affezione potranno essere richiesti allo stesso indirizzo di posta elettronica e gli attestati di avvenuta registrazione delle operazioni saranno inviati via e-mail all’indirizzo del richiedente”, conclude la direttiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto !!

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy