Tarsu 2013 e pagamenti già effettuati. Revoca a vista presso gli sportelli o semplicemente con email – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Tarsu 2013 e pagamenti già effettuati. Revoca a vista presso gli sportelli o semplicemente con email

Condividi questo articolo.

L’ufficio tributi del Comune di Caltanissetta ha provveduto a stampare tutti i moduli di revoca degli avvisi di accertamento Tari 2013 relativi alle somme che gli utenti avevano già pagato. E’ possibile recarsi allo sportello per ricevere a vista l’atto di revoca nei giorni di ricevimento del pubblico (martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e il lunedì e il giovedì dalle 15.30 alle 17.00) o in alternativa inviare una email di richiesta all’indirizzo: ufficiotributi@comune.caltanissetta.it e ricevere il documento per posta elettronica. A darne notizia è il sindaco, Giovanni Ruvolo, che ha preso atto di tutte le soluzioni e degli accorgimenti adottati dall’ufficio tributi della direzione Finanze, a seguito di un disguido di cui gli uffici comunali sono stati anch’essi vittime e non responsabili.

E’ accaduto che nel 2013 la gestione dei ruoli di competenza è passata al Comune di Caltanissetta che ha attivato un nuovo conto corrente dedicato per il pagamento della tassa rifiuti. Tuttavia la rendicontazione informatizzata dei versamenti è stata attivata in un periodo successivo all’apertura del conto corrente, motivo per cui tutti i versamenti effettuati nell’arco di tempo compreso tra maggio e giugno 2013 sono rimasti ignoti all’ufficio tributi. Da qui l’invio di circa 2mila e 500 avvisi di accertamento entro il 2018.

L’ufficio tributi non poteva conoscere il problema fin quando non si sono presentati i cittadini agli sportelli che legittimamente reclamavano la revoca degli avvisi di accertamento per le rate che avevano già pagato. Chiesti chiarimenti alla società Gefil che gestisce il software e quindi a Poste italiane, è stato ricostruito un archivio puntuale di tutti i pagamenti inizialmente non rendicontati. Ciò ha consentito di riallineare i dati e predisporre gli atti di revoca nominativi, relativi ad ogni singolo utente che può ritirarli a vista presso lo sportello appositamente dedicato oppure riceverli via email. Le somme sono state a suo tempo incamerate e registrate contabilmente, dunque non vi è alcuna possibilità che vadano a ruolo. Gli utenti che hanno necessità di visionare la pratica (e quindi non il semplice ritiro dell’atto di revoca che, come detto, viene rilasciato a vista) possono prenotarsi telefonicamente e online. Se la data di prenotazione dovesse cadere oltre il termine dei 60 giorni ciò non comporterà nessuna iscrizione a ruolo in quanto i pagamenti risultano regolarmente effettuati.

“Dispiace per il disguido e per le preoccupazioni causate ai cittadini per un problema che non vede resopnsabilità a monte del Comune – afferma il sindaco, Giovanni Ruvolo -. Gli uffici sono intervenuti prontamente, adottando le soluzioni più idonee per andare incontro alle legittime richieste dei cittadini. Questa vicenda ci fa riflettere sulla necessità di abbassare i toni quando si tratta di problematiche che investono uffici i cui dipendenti svolgono il proprio lavoro con spirito di servizio. Creare un clima ostile non aiuta nessuno soprattutto quando i lavoratori, pur tra le carenze d’organico di cui soffre il nostro ente, sono a completa disposizione dei cittadini”.

 

(Foto La Sicilia)

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy