Stabilizzazione precari. L'amministrazione incontra i sindacati: “Da prima verifica in regola anche dopo delibera della Corte dei Conti” - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Stabilizzazione precari. L’amministrazione incontra i sindacati: “Da prima verifica in regola anche dopo delibera della Corte dei Conti”

Condividi questo articolo.

Rispetto alla delibera della Corte dei Conti, sezione di controllo per la Regione siciliana che ha fissato alcuni principi contabili per la stabilizzazione dei precari, il Comune di Caltanissetta sembra avere le carte in regola per proseguire nel percorso intrapreso, avendo correttamente destinato il 50 percento delle risorse in bilancio per le assunzioni di personale da reperire all’esterno ed il restante 50 percento per la stabilizzazione dei 43 precari in servizio. E’ quanto emerso dall’incontro chiesto dai sindacati dei lavoratori con l’amministrazione comunale per chiarire la posizione dell’ente rispetto alla delibera della Corte dei conti che, al contrario di quanto emerso per il Comune nisseno, rischia di paralizzare le procedure di stabilizzazione nella maggior parte dei Comuni siciliani. Oltre alla legge Madia del 2017, infatti, i Comuni siciliani hanno fatto riferimento alla finanziaria regionale 2018 che assegna risorse agiuntive agli enti che stabilizzano il personale precario. La Corte dei conti, con la delibera dell’1 febbraio scorso, trasmessa anche alla Regione siciliana, ha stabilito che anche queste risorse aggiuntive vadano suddivise tra stabilizzazioni e assunzioni di personale all’esterno.

All’incontro con i segretari sindacali del pubblico impiego erano presenti il sindaco, Giovanni Ruvolo, l’assessore al personale, Felice Dierna, il segretario generale, Rossana Manno, la dirigente della riparizione Risorse umane, Irma Marchese e tutti i dirigenti del Comune di Caltanissetta. Da una prima verifica degli uffici – è stato spiegato dalla dirigenza – i parametri sono rispettati anche alla luce della deliberazione della Corte dei conti dell’1 febbraio scorso.

Durante l’incontro i lavoratori ed i rappresentanti sindacali hanno formalmente chiesto al Comune una sospensione delle procedure concorsuali per la stabilizzazione, nelle more di un provvedimento normativo che la Regione siciliana dovrebbe emanare a seguito dei principi fissati della Corte dei Conti.

“In questo percorso per la stabilizzaizone dei precari – ha risposto il sindaco – l’amministrazione ha seguito un solo criterio che è la tutela dei lavoratori, tenendo fuori la politica dalle legittime aspettative di questi validi dipendenti pubblici. Non sarà la campagna elettorale a farci deviare dalle responsabilità che ci siamo assunti. Prendiamo atto della proposta dei sindacati alla luce delle novità emerse e nei prossimi giorni, dopo ulteriori verifiche degli uffici, adotteremo la decisione più garantista per i lavoratori, non prima di aver nuovamente convocato i sindacati”.

“Sottolineo sin d’ora – conclude il sindaco – che il Comune di Caltanissetta è uno dei pochi che può proseguire i percorsi di stabilizzazione anche alla luce delle recenti intepretazioni più restrittive”.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy