Santa Caterina. M5S: “Bando per wi-fi gratuito e viabilità da regolamentare” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Santa Caterina. M5S: “Bando per wi-fi gratuito e viabilità da regolamentare”

Condividi questo articolo.

Il Meet Up Movimento 5 Stelle di Santa Caterina Villarmosa ha scritto al sindaco per informarlo sulla pubblicazione da parte della Commissione europea del bando per promuovere le connessioni wi-fi gratuite per i cittadini negli spazi pubblici come parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, musei e centri sanitari in tutta l’Europa. La registrazione consentirà ai Comuni di partecipare al bando e ottenere il voucher. Il 15 Maggio 2018 uscirà il primo bando: i Comuni registrati potranno presentare la propria candidatura per avere un voucher WiFi4EU. I voucher saranno assegnati secondo la modalità “a sportello” (“first-come, first-served”), cioè in base all’ordine di arrivo della richiesta. Sarà quindi fondamentale la data e l’orario di inoltro della candidatura.

Inoltre si chiede al primo cittadino di regolamentare la viabilità nella piazza Mercato quando c’è la chiusura del traffico in piazza Garibaldi e piazza Castelnuovo, in particolare in occasione (il martedì) dell mercato settimanale in piazza Marconi, suggerendo d’istituire la segnaletica orizzontale, tramite strisce di delimitazione sulla pavimentazione stradale, nelle piazze menzionate in al fine di regolamentare la circolazione dei veicoli e persone in quanto può accadere che qualche auto venga parcheggiata in luoghi non idonei per il normale deflusso veicolare.

Sempre giorno 4 aprile 2018 si chiede al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale e ai capigruppo di maggioranza e minoranza in consiglio Comunale l’intitolazione di una via a Mario Savio, figlio di un caterinese emigrato negli Stati Uniti d’America. Mario Savio si diplomo’ al liceo “Martin Van Buren” nel Queens nel 1960 e frequento’ il Manhattan College grazie a una borsa di studio ottenuta al Queens College. Nel 1963 si trasferì a Los Angeles dove si iscrisse alla “University of California” stabilendosi nel campus di Berkeley. Nel 1964, entrò a far parte del “Freedom summer project” organizzazione umanitaria del Mississippi con lo scopo di aiutare gli afro-americani ad ottenere il diritto di voto. Quando Savio ritornò a Berkeley scoprì che l’Università aveva vietato ogni forma di attività politica. Savio organizzò una rivolta studentesca di massa nel campus di Berkeley per protestare contro la guerra del Vietnam e le autorità accademiche; la rivoltà iniziò il 1 ° ottobre del 1964, quando un ex studente e amico di Savio, Jack Weinberg, cominciò a lavorare per il “Congress of Racial Equality” (Core). La polizia tuttavia lo arrestò, e proprio quando lo fecero salire nella automobile della polizia, Savio si tolse le scarpe e salì sul tetto della macchina pronunciando il discorso che lo renderà famoso. Dopo questo fatto Savio diventò il leader del Free Speech Movement. I negoziati non riuscirono a cambiare la situazione; quindi l’azione diretta è iniziata nella Sproul Hall il 2 dicembre in cui Savio tenne il suo discorso più famoso, “Operation of the machine”, di fronte a 4.000 persone. Lui e altri 800 studenti furono arrestati poco dopo. Nel 1965 abbandonò il Fsm deluso dal crescente divario tra gli studenti e la direzione del movimento politico.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy