San Cataldo. Stalking alla ex convivente, condannato un giovane – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

San Cataldo. Stalking alla ex convivente, condannato un giovane

Condividi questo articolo.

Una serie di presunti episodi di stalking nei confronti della ex convivente sono costati la condanna a 2 anni e 2 mesi al sancataldese Vincenzo Pisella, 33 anni.

Così ha deciso il giudice monocratico Simone Petralia, che è andato anche oltre alla richiesta di condanna a 2 anni avanzata dalla Procura e concedendo alla ex convivente un risarcimento danni di 10mila euro, come chiesto dal legale di parte civile, l’avvocato Giuseppe Dacquì.

Tutto era nato con la denuncia della donna, originaria di Santa Caterina, che aveva raccontato di essere stata vessata continuamente dal 2013 al 2017; secondo l’accusa l’uomo, non avendo accettato la fine della loro convivenza aveva iniziato a perseguitarla in tutti i modi possibili. La donna era infatti tornata nel suo paese d’origine, ma Pisella, almeno secondo la ricostruzione degli inquirenti, non si sarebbe fatto scrupolo a recarsi a Santa Caterina per seguirla e sarebbe anche arrivato a minacciarla e picchiarla. Inizialmente l’imputato era stato anche raggiunto da un provvedimento del giudice, che gli vietava di avvicinarsi alla sua ex e anche di dimorare a Santa Caterina, ma le ripetute violazioni avevano poi spinto il giudice a disporre gli arresti domiciliari.

Vicenda che poi è approdata davanti al Tribunale monocratico fino alla sentenza di primo grado emessa dal giudice Petralia; l’avvocato difensore Carmelo Terranova aveva chiesto l’assoluzione sostenendo l’assenza di elementi certi a carico del sancataldese e presenterà appello non appena verrà depositata la motivazione della sentenza.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy