Regione siciliana, contro la dispersione scolastica assegante 261 cattedre e firmato un protocollo con la consulta studentesca - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Regione siciliana, contro la dispersione scolastica assegante 261 cattedre e firmato un protocollo con la consulta studentesca

Condividi questo articolo.

Continua l’intesa con il Miur per contrastare la dispersione scolastica in Sicilia, nell’ambito dell’accordo di programma per il potenziamento ed il miglioramento del sistema educativo siciliano. Sono state assegnate 261 nuove cattedre per il tempo pieno nella scuola primaria e presso l’Assessorato all’Istruzione e alla Formazione professionale, è stato firmato per la prima volta un protocollo d’intesa tra la Consulta provinciale degli studenti di Palermo, l’I.C. Giovanni Falcone, l’I.C. Rita D’Atria e l’I.C. Giuliana Saladino, alla presenza dell’assessore Roberto Lagalla, del referente nazionale Consulte degli Studenti, Antonio Di Nallo e della consulente del Miur, Amanda Ferrario e di Andrea Giacomazza, presidente della Consulta provinciale.

Attraverso la firma di questo protocollo d’intesa, la Consulta s’impegna in attività di affiancamento agli alunni degli Istituti scolastici attraverso forme di collaborazione di tipo tutoriale, per la promozione del successo formativo nelle scuole dei territori a forte degrado socio-economico e ad alto tasso di dispersione scolastica. Si tratta di un’iniziativa inedita, pienamente condivisa dal MIUR e utile alla creazione di un sistema efficace per la diffusione di buone prassi. Il governo Musumeci sta quindi affrontando con azioni strategiche, definite in stretta sinergia con il Ministero dell’Istruzione, il problema della dispersione scolastica:

“Abbiamo qualche debole segnale di contenimento del fenomeno – spiega l’assessore al ramo, Roberto Lagalla – occorre però rafforzare ancor di più il nostro intervento per adeguarci agli standard nazionali. Una prima azione riguarda il consolidamento del tempo pieno nelle scuole, attraverso progetti sperimentali ed il potenziamento dell’organico. Grazie al protocollo sottoscritto con il Miur, infatti, siamo riusciti ad ottenere, per l’anno scolastico 2019-2020, 261 cattedre in più per il tempo pieno nella scuola primaria, sulla base delle 112 richieste pervenute dagli istituti scolastici”.

A sostegno di questa sperimentazione, anche il progetto “Leggo al quadrato2: Interventi per l’innalzamento dei livelli d’istruzione della popolazione scolastica siciliana”, per il quale sono state spese tutte le risorse disponibili, assegnando agli istituti scolastici circa 11 milioni di euro per la realizzazione di attività extra-curriculari finalizzate al contenimento dell’abbandono scolastico ed utili ad innalzare il livello delle competenze di base.

“Abbiamo la necessità di continuare questo processo di potenziamento delle attività pomeridiane – aggiunge Lagalla – per offrire, soprattutto alle aree più depresse della nostra Regione, un servizio scolastico che fidelizzi i bambini alla frequenza scolastica e che consenta di contrastare la dispersione”.

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy