"Prima che sia troppo tardi", incontro sulla raccolta differenziata al "Di Rocco" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

“Prima che sia troppo tardi”, incontro sulla raccolta differenziata al “Di Rocco”

Condividi questo articolo.

L’iis “Sen Angelo Di Rocco” è il primo istituto scolastico superiore in provincia di Caltanissetta ad aver avviato il sistema della raccolta differenziata. Il progetto è stato presentato nel corso di una conferenza stampa tenutasi nell’aula magna dell’istituto alla presenza, oltre che della dirigente scolastica Giuseppina Terranova, anche del collaboratore della dirigente Giampiero Modaffari, del responsabile della Dusty, gestore dei servizi ambientali al Comune di Caltanissetta, Mario Meli, del sindaco Roberto Gambino e dell’assessore al territorio e ambiente Marcello Frangiamone.

Giampiero Modaffari, presentando il progetto, il cui slogan è “Prima che sia troppo tardi” ha illustrato il susseguirsi delle procedure avviate dalla scuola: “Il progetto è partito a maggio con l’approvazione di un regolamento di istituto studiato in sinergia con la dirigente e i vertici della Dusty; ci siamo inoltre interfacciati con l’amministrazione comunale nonché con l’ufficio tecnico, Giovanni Marchese; il progetto prevede il diretto coinvolgimento degli alunni non solo nella raccolta, ma anche nella verifica periodica della corretta differenziazione dei rifiuti”.

Nell’istituto sono state create tre isole ecologiche, mentre la Dusty ha concesso eco box, mastelli e carrellati necessari per la differenziata.

“I primi risultati, dopo appena 4 giorni, sono buoni –  ha rilevato Giampiero Modaffari –  nelle stessa direzione, la  ditta proprietaria dei distributori automatici di bevande ha accettato di utilizzare palette di legno e bicchieri di carta in luogo della plastica. Infine, nell’annunciare che è intenzione dotare gli alunni di borracce in alluminio per ridurre le bottigliette di plastica, ha proposto l’installazione di una compostiera di comunità all’interno dell’iis “Di Rocco” per l’utilizzo del compost prodotto per i terreni.

La dirigente Giuseppina Terranova, esprimendo il proprio compiacimento per l’attività intrapresa che coinvolge attivamente tutti i componenti della comunità scolastica ha ricordato che: “Questa iniziativa concorre a realizzare la  funzione principale della scuola che è quella di formare l’uomo ed il cittadino – ha continuato commentando lo slogan che il nuovo ministro della Pubblica Istruzione Fioramonti ha lanciato sul sito del MIUR -. Istruzione, no Estinzione”, per sollecitare gli studenti alla tutela dell’ambiente e all’acquisizione di comportamenti corretti. “Anche noi, come insegnava Don Milani dobbiamo sentirci protagonisti responsabili perché ci interessa  “I care”,  non posso che ribadire che dobbiamo fare tutti qualcosa di buono e di utile per noi stessi e per l’ambiente che ci circonda prima che sia troppo tardi”.

Il sindaco Roberto Gambino, nel plaudere all’iniziativa del “Di Rocco” ha proposto una conferenza cittadina sulla differenziata nelle scuole da svolgersi nel Teatro Margherita al fine di sensibilizzare la popolazione scolastica su questo tema auspicando un coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado della Città.

Mario Meli ha ricordato che la differenziata non va vissuta come un’imposizione ma come una buona abitudine. Infine, l’assessore Marcello Frangiamone, già docente presso lo stesso Istituto scolastico superiore, non senza emozione, ha ricordato: “La differenziata va fatta, e a maggior ragione nelle scuole perché se vogliamo un ambiente a misura d’uomo e di cittadino, bisogna partire proprio dalla scuola che deve costituire punto di riferimento educativo per una sana cultura al servizio dell’ambiente”.

A conclusione dei vari interventi Giampiero Modaffari ha invitato gli studenti a scaricare sul proprio cellulare l’applicazione Junker per conoscere meglio la corretta modalità di smaltimento dei rifiuti e dissipare ogni dubbio sulla raccolta differenziata.

 

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy