Operazione “Pandora”. La Procura chiede il riconoscimento dell’accusa di mafia per Paolo Iannello, i suoi legali l’annullamento dell’ordinanza – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Operazione “Pandora”. La Procura chiede il riconoscimento dell’accusa di mafia per Paolo Iannello, i suoi legali l’annullamento dell’ordinanza

Condividi questo articolo.

Da un lato la pm Elena Caruso che ha chiesto al Tribunale del riesame il riconoscimento dell’accusa di concorso esterno in associazione mafiosa per l’ex capo dell’Ufficio tecnico del Comune di San Cataldo Paolo Iannello e dall’altro i suoi legali, gli avvocati Michele Micalizzi e Antonio Impellizzeri, hanno chiesto l’annullamento dell’ordinanza e la revoca degli arresti domiciliari per le accuse di corruzione. Davanti al riesame è andato anche Davide Iannello, figlio di Paolo, e i suoi legali, gli avvocati Michele Micalizzi e Francesco Augello hanno chiesto la revoca dei domiciliari. Paolo Iannello era finito nei guai per corruzione – in merito ai presunti favori chiesti per far lavorare la nuora e far ottenere incarichi al figlio – e turbativa d’asta in merito all’affidamento del servizio rifiuti a San Cataldo. Il figlio è invece accusato solo di corruzione, ma per i difensori non ci sarebbero elementi sufficienti a reggere tali accuse. I giudici del riesame decideranno nelle prossime ore.

Per la pm Elena Caruso, invece, ci sarebbe stato anche un collegamento tra settori della pubblica amministrazione e Cosa nostra per interessi negli appalti pubblici; accusa che prima il gip e poi il riesame hanno respinto. Il riesame, pochi giorni fa, ha infatti respinto la richiesta di riconscere l’accusa di mafia all’imprenditore Liborio Lipari (difeso dall’avvocato Salvatore Pirrello), annullando anche quelle riguardanti l’episodio di corruzione riguardante i familiari di Paolo Iannello e quello della turbativa d’asta, confermando solo quella per un altro episodio di tentata corruzione.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy