Niscemi. Era ai domiciliari, ma spacciava. Salvatore Cilio finisce in carcere – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti

Niscemi. Era ai domiciliari, ma spacciava. Salvatore Cilio finisce in carcere

Condividi questo articolo.

E’ finito in carcere per spaccio il niscemese Salvatore Cilio, 32 anni – con diversi precedenti alle spalle – visto che in casa sua i poliziotti del commissariato di Niscemi hanno trovato in casa 37 grammi di marijuana. L’uomo era ai domiciliari e nei guai ci è finita pure la nipote, denunciata a piede libero per la stessa accusa. I poliziotti avevano deciso di eseguire un controllo, ritenendo che Cilio spacciasse marijuana, nonostante fosse ai domiciliari e quando gli agenti si sono presentati a casa sua ha ordinato ai familiari, che si trovavano all’interno dell’appartamento, di buttare via tutto, riferendosi evidentemente allo stuefacente. Solo che alcuni poliziotti, appostati nel retro dell’abitazione, hanno notato una minore che ha gettato un barattolo di latta dal balcone. Gli agenti hanno recuperato il barattolo caduto nell’erba, costatando che era pieno di marijuana. In casa c’erano anche due bilancini di precisione, che sono stati sequestrati insieme alla marijuana. Cilio è stato quindi accompagnato in carcere in attesa di essere interrogato dal giudice; la minorenne è stata temporaneamente affidata a una struttura protetta.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.