Niscemi. Aveva nascosto armi e munizioni. In manette Rocco Moscato – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Niscemi. Aveva nascosto armi e munizioni. In manette Rocco Moscato

Condividi questo articolo.

E’ finito in manette il niscemese Rocco Moscato, 50 anni, per detenzione illegale di armi e munizioni; accusa che gli è piombata addosso dopo che i poliziotti del commissariato di Niscemi hanno scoperto che l’uomo aveva nascosto un fucile rubato, una pistola modificata e cartucce calibro 6,35 e calibro 12.

Nel corso di un servizio di appostamento eseguito nelle campagne niscemesi – in contrada Paradisa – gli agenti della Polizia di Stato hanno notato un uomo che era entrato nella proprietà dei fratelli Moscato con atteggiamento furtivo e che ha preso una sacca di plastica da un anfratto del terreno, per poi allontanarsi velocemente. I poliziotti hanno inseguito l’uomo che, alla loro vista, ha cominciato a correre per le campagne tentando di sfuggire. Il fuggiasco era proprio Moscato, il quale ha subito tentato di disfarsi della sacca di plastica, ma è stato raggiunto e bloccato dai poliziotti. All’interno della sacca prelevata dal terreno, gli agenti hanno trovato un fucile da caccia a canne sovrapposte, una pistola modificata, 10 cartucce calibro 6,35 e 17 cartucce calibro 12. Da accertamenti eseguiti nel database del Ministero dell’Interno, è risultato che il fucile da caccia è stato rubato a Caltagirone nel 2011. La pistola, invece, originariamente modello a salve, è stata modificata allo scopo di sparare cartucce calibro 6,35. L’arrestato è stato condotto in commissariato e su disposizione del pm di Gela, è stato accompagnato in carcere.

 

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy