L’Uil Fpl si confronta con l’Asp sulla carenza di risorse umane – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti

L’Uil Fpl si confronta con l’Asp sulla carenza di risorse umane

Condividi questo articolo.

All’insegna di un dibattito costruttivo il primo confronto tra la delegazione Uil Fpl, in rappresentanza di tutta la provincia, guidata dal nuovo segretario generale Massimiliano Centorbi, e la direzione dell’Asp di Caltanissetta, rappresentata dal commissario straordinario Maria Grazia Furnari e dal direttore sanitario Marcella Santino.

Nel corso dell’incontro il sindacato ha prospettato l’esigenza di risolvere alcune problematiche che si configurano come vere e proprie emergenze, in larga parte dovute alla carenza di risorse umane; per quanto riguarda il S. Elia, le situazioni più gravi riguardano le Unità operative di Ginecologia e ostetricia, di Anestesia e rianimazione, di Cardiologia e di Pronto soccorso. Al fine di garantire i servizi, il Commissario Straordinario ha dichiarato che si attingerà a graduatorie esterne per il reclutamento del personale con la massima tempestività.

Per quanto attiene alla stabilizzazione dei precari, considerato che è stata recentemente approvata la pianta organica dell’Asp, l’Amministrazione ha assicurato che si provvederà al più presto: i i lavoratori di cat. A e B verranno assunti a breve, laddove per le cat C. e D si è richiesto l’applicazione di una procedura preferenziale che valorizzi le professionalità acquisite.

La Uil Fpl considera preoccupanti le condizioni dei presidi ospedalieri di Mussomeli e di Mazzarino; per quanto riguarda l’ospedale di Mussomeli, si è richiesto il rafforzamento degli organici, nella maggior parte insufficienti, in particolare per la pediatria. Per i reparti si è inoltre auspicata la fornitura di letti nuovi e la dismissione di quelli obsoleti; all’acquisto di nuovi 120 letti, già ordinati, si procederà, secondo il Commissario straordinario, in tempi ragionevoli. Si è rilevata l’esigenza della manutenzione dei piazzali e degli spazi verdi, in stato di abbandono e già infestati da erbacce.

La Uil Fpl inoltre ha richiesto un incremento di organico per il Po di Gela e l’acquisto di nuove ambulanze – oramai vetuste – per il pronto soccorso.

Per quanto attiene ai progetti di prevenzione e alla promozione della salute, è stata ribadita l’esigenza del reclutamento di nuovi operatori, reso possibile dal finanziamento del Piano sanitario nazionale 2014-2018; 22 giovani professionisti (medici, psicologi, pedagogisti ecc.) verrebbero assunti a tempo determinato e andrebbero a rimpinguare in modo significativo le esigue risorse dei servizi territoriali in un ambito strategico di intervento come quello della prevenzione.

Il sindacato ha lamentato ritardi nel pagamento delle indennità accessorie e del sistema premiante; relativamente alla produttività collettiva e al salario di risultato, è stato segnalato ancora una volta come inammissibile il ricorso a tali istituti per monetizzare attività routinarie o prestazioni accessorie, una consuetudine del passato che snatura le finalità di tali importanti istituti contrattuali.

L’Amministrazione e la delegazione Uil hanno infine convenuto sull’esigenza di una assunzione di responsabilità da parte della politica e delle forze sociali perché, ad esempio, la individuazione del Po di S. Elia come “hub” non resti solo un fatto formale.

Vi è il rischio concreto, infatti, che tutto ciò rimanga sulla carta, perché ad oggi la dotazione finanziaria rimessa dalla Regione è assolutamente insufficiente.

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.