Interrogazione del consigliere Petrantoni (Caltanissetta Protagonista) sulla modifica del disciplinare per la gestione dei dissuasori – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

Interrogazione del consigliere Petrantoni (Caltanissetta Protagonista) sulla modifica del disciplinare per la gestione dei dissuasori

Condividi questo articolo.

Pubblichiamo di seguito, integralmente, l’interrogazione inviata alla nostra redazione dal consigliere comunale di Caltanissetta Protagonista Salvatore Petrantoni:

Al Sindaco di Caltanissetta Dott.Giovanni Ruvolo

INTERROGAZIONE (con richiesta di risposta scritta)

Oggetto: Modifica Disciplinare per la gestione dei dissuasori / Ordinanza dirigenziale n° 246 del 07/09/2018

Il sottoscritto Salvatore Petrantoni, consigliere comunale di Caltanissetta Protagonista,

Premesso che

il Comune di Caltanissetta con Ordinanza dirigenziale n° 246 del 07/09/2018, dispone l’attivazione dei dissuasori di transito automatici nei seguenti n. 3 varchi: Corso Umberto angolo corso Vittorio Emanuele; via Giacomo Matteotti; corso Umberto angolo via Re D’Italia; collegati ad impianti luminosi che segnalano l’attivazione o meno dei dissuasori nell’Area Pedonale;

Atteso che

all’ordinanza viene allegato il DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DEI DISSUASORI DI TRANSITO AUTOMATICI NEGLI ACCESSI ALLA ZONA A TRAFFICO LIMITATA (Z.T.L.) e AREA PEDONALE (A.P.).

Considerato che

appare evevidente che i due atti sono subordinati ad un atto normativo superiore quale è il Codice della Strada

– all’Art. 188 – Circolazione e sosta dei veicoli in uso alle persone disabili, che recita testualmente: L’utilizzo del contrassegno consente alla persone titolate di circolare:

-nelle corsie preferenziali riservate ai mezzi pubblici e taxi; -nelle aree pedonali, ad eccezione che non sia imposto un divieto con relativa segnaletica stradale; -nei casi di sospensione della circolazione per limitazione dettata da motivi di sicurezza pubblica e inquinamento; sostare: -negli appositi spazi riservati ai veicoli delle persone disabili; -nella aree disciplinate a Zona a Traffico Limitato; -nelle aree di parcheggio determinato; -nella zone di divieto o di limitazione di sosta, purché ciò non costituisca grave intralcio alla circolazione, ad eccezione delle aree in cui è esposto la segnaletica di rimozione forzata; -nelle aree dei parcheggi disciplinate a disco orario e pagamento.

– e nel Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503. “Regolamento recante norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici.” all’art.11comma 3. si legge “La circolazione e la sosta sono consentite nelle «zone a traffico limitato» e «nelle aree pedonali urbane», così come definite dall’art. 3 del decreto legislativo 30 aprile l992, n. 285, qualora è autorizzato l’accesso anche ad una sola categoria di veicoli per 1’espletamento di servizi di trasporto di pubblica utilità.”

Atteso che

anche se ci fosse, la remota la possibilita di derogare le norme del C.d.S. sopracitate, sarebbe assurdo e oltraggioso per la dignita’ della persona diversamente abile non concedere la possibilità di utilizzare l’Area Pedonale (C.so Umberto I) e le strade vicinali come la Via G.Matteotti, ove tra l’altro, nello storico palazzo Moncada sono ubicate strutture come un Teatro, un Cinema, e un Bar.

Interroga la S.V.

– ad adoperarsi nel modificare / corregere con particolare celerita’ il disciplinare per la gestione dei dissuasori di transito.

Caltanissetta 13/09/2018

F.to Consigliere Comunale Salvatore Petrantoni

Condividi questo articolo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy