I sindacati Snalv e Fitcisl chiedono un incontro con i vertiti della Srr Ato 3: "I lavoratori di Serradifalco senza stipendio" - CaltanissettaLive.it - Notizie ed informazione - Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti
Per info, lettere o comunicazioni scrivete a redazione@caltanissettalive.it
ItalianEnglishFrenchGermanSpanishArabicRomanianRussianSudaneseUrduKurdish (Kurmanji)Chinese (Simplified)

I sindacati Snalv e Fitcisl chiedono un incontro con i vertiti della Srr Ato 3: “I lavoratori di Serradifalco senza stipendio”

Condividi questo articolo.

Di seguito nota a firma del vice segretario generale Provinciale Fitcisl Margiotta Rosario e del segretario territoriale provinciale Snalv Confsal Manuel Bonaffini che pubblichiamo integralmente:

Le scriventi OO,SS.,  ancora una volta si trovano a dovere chiedere un incontro ai vertici di codesta azienda perché si esprima circa le soluzioni che ha individuato per porre fine alla gravissima situazione che quotidianamente vivono i dipendenti della SRR ATO 3 in servizio presso il comune di Serradifalco, tra i quali serpeggia un malumore assai diffuso per via del mancato pagamento degli stipendi che oramai ammontano a circa Sette mensilità, oltre la quattordicesima;

Ad oggi sembrerebbe che il Sindaco di Serradifalco non abbia, ancora, provveduto ad accreditare quanto di sua competenza nelle casse della SRR ATO 3 e che, per tale motivo, l’Azienda non provveda al pagamento degli stipendi degli operatori del comune di Serradifalco, mortificando così, il legittimo diritto dei lavoratori di vedersi accreditati gli stipendi dovuti e per i quali prestano la loro attività, contrariamente a quanto accade per il resto dei lavoratori in servizio in altri comuni e, comunque, sempre dipendenti della stessa Società – SRR ATO 3- con evidente disparità di trattamento tra dipendenti di una stessa azienda.

Nel ricordare, che i suddetti lavoratori hanno sottoscritto un contratto con la SRR ATO 3, che si è impegnata, come sopra indicato, a mantenere con i lavoratori le medesime condizioni giuridiche ed economiche esistenti alla data dell’assunzione per le mansioni coerenti al profilo d’inquadramento, applicandosi il CCNL dei Servizi ambientali, oltre la tutela di cui all’art. 18 ex legge 300/70.

Che pertanto non può essere ritenuto valido motivo del mancato pagamento delle retribuzioni dovute, la mancata erogazione delle somme da parte del Comune di Serradifalco.

Queste OO.SS., pertanto, chiedono un urgente incontro chiarificatore da svolgersi, presso la Prefettura di Caltanissetta, alla presenza, con la funzione di garante, di S. E. il Prefetto di Caltanissetta.

Ci appelliamo al senso di responsabilità di chi è chiamato a prendere decisioni per evitare il proliferare di malumori in seno ai lavoratori, prestando il fianco ad eventuali facinorosi che potrebbero fare precipitare nel caos il sistema di raccolta nel comune di Serradifalco, facendo pressione sulla situazione di grave indigenza che vivono i lavoratori per via della mancata corresponsione dei loro stipendi e rendendo vani gli sforzi di chi quotidianamente cerca di sopire i malumori dei lavoratori che non riescono più ad assicurare i generi di prima necessità alle loro famiglie.

Facciamo presente che risulta alle scriventi OO.SS. che alcuni lavoratori rischiano di non potere più pagare i mutui o i prestiti contratti con banche e finanziarie, altri non riescono più ad avere credito presso i negozi di alimentari e che le utenze vengono a mala pena pagate, tale situazione, divenuta incandescente, rischia di esplodere se non si interviene in maniera decisa senza più temporeggiare.

 

 

(Foto Estense.com)

 

 

Valuta questo articolo e se ti è piaciuto, assegnaci pure 5 stelle. Grazie.

© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.
Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy