Gela. Vella (Lega): “Leadership di Pagano infondata” – CaltanissettaLive.it – Notizie ed informazione – Video ed articoli di cronaca, politica, attualita', fatti

Gela. Vella (Lega): “Leadership di Pagano infondata”

Se ti e' piaciuto questo articolo, condividilo.

Pubblichiamo, di seguito, una nota a firma del coordinatore pro tempore Massimo Vella, circolo comunale del movimento politico confederale Lega per Salvini premier “Gaetano Filangieri”:

“Apprendiamo dagli organi di stampa – regionali prima e nazionali poi – dell’arresto del commissario straordinario per i comuni della provincia di Palermo del movimento “Noi con Salvini”. Al riguardo, siamo assolutamente in linea con le dichiarazioni di Francesco Vozza, sostituito per espressa volontà dell’onorevole Alessandro Pagano.

Riportiamo le dichiarazioni di Vozza a “Il Fatto Quotidiano”: “Un anno fa venni sostituito proprio da Salvino Caputo alla guida del movimento per volontà di Alessandro Pagano, che mi scaricò in malo modo”, ricorda Vozza, già responsabile della Lega a Palermo che contestò a lungo la nomina di Caputo, imposta coordinatore della Sicilia occidentale di ‘Noi con Salvini’. “Temo che sia giunta l’ora di dire le cose per come stanno: Pagano ha ucciso un’intera classe dirigente emergente per sostituirla con condannati, riciclati e persone che in generale non c’entrano nulla col progetto di Matteo Salvini“, ha affermato Vozza. “Pertanto (e credo di poter parlare a nome di tantissimi militanti), da oggi non accetteremo più la leadership dell’onorevole Pagano – ha aggiunto l’esponente leghista – La Sicilia non merita questo schifo e come Lega avremmo dovuto importare il modello Zaia, non certo questa vergogna che porta proprio il nome di Pagano”.

Come detto, ci associamo a quanto dichiarato da Vozza e reiteriamo l’auspicio che gli organi nazionali della Lega approfondiscano la situazione verificatasi in Sicilia, che andrà analizzata per rilevare gli errori fatti, come ha dichiarato l’onorevole Giancarlo Giorgietti.

Questa occasione ci dà maggiore spinta per ribadire il nostro impegno a Gela, ma non ancorati ai desiderata di Alessandro Pagano, uso a minacciare ridicoli ricorsi alla Digos verso chi non si piega al suo volere.

Sotto il profilo penale, ribadiamo con convinzione il rispetto degli indagati, dovere in uno Stato che è garantista e in cui un indagato è colpevole solo con sentenza in giudicato. Sotto il profilo politico però ribadiamo quanto già detto da Francesco Vozza: la leadership autocratica di Alessandro Pagano è infondata. Per questo, chiediamo un celere confronto con l’unico deputato regionale in carica e una interlocuzione con i dirigenti della Lega, per avviare quanto prima il processo congressuale dai movimenti di base.

Se ti e' piaciuto questo articolo, condividilo.
© Ogni riproduzione anche parziale di questo contenuto e' riservata.

Diritto di replica e rettifica: l'art. 8 della legge sulla stampa 47/1948 stabilisce che "il direttore o, comunque, il responsabile e' tenuto a fare inserire gratuitamente nel quotidiano o nel periodico o nell'agenzia di stampa le dichiarazioni o le rettifiche dei soggetti di cui siano state pubblicate immagini od ai quali siano stati attribuiti atti o pensieri o affermazioni da essi ritenuti lesivi della loro dignita' o contrari a verita', purche' le dichiarazioni o le rettifiche non abbiano contenuto suscettibile di incriminazione penale".
Chiunque volesse far vale il proprio diritto di replica o rettifica, e' pregato di contattare la redazione di questa testata all'indirizzo redazione@caltanissettalive.it

Gentili Lettori, ogni commento agli articoli su CaltanissettaLive.it sarà sottoposto a moderazione prima di essere approvato. Vi preghiamo di non utilizzare alcun tipo di turpiloquio, non accendere flames e di mantenere un comportamento decoroso. Non saranno approvati commenti che abbiano lo scopo di denigrare l'autore dell'articolo o l'intero lavoro della Redazione. Per segnalazioni e refusi siete pregati di rivolgervi al nostro indirizzo di posta elettronica: redazione@caltanissettalive.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *